Stagione 2016-2017  SEARCH     
U17 LB UN ANNO DOPOTamborini tira le fila dell'annata appena conclusamercoledì 03 giugno 2015

Si conclude la stagione per i ragazzi delle annate 1998 e 1999 che hanno affrontato il campionato under 17.
Percorso molto diverso per i due gruppi allenati da Vincenzo “Enzo” Lista, Davide Feola e Paolo Tamborini, che hanno visto il gruppo 1998 entrare nel tabellone “delle 32 regionali” e il gruppo del 1999 affrontare il girone Silver ma disputare le final four under 16 USIP.
Abbiamo intervistato Paolo, il responsabile del settore giovanile, chiedendo la sua opinione sull’annata e sul lavoro svolto dai due diversi gruppi.

Tamborini: "Il progetto di inizio anno del gruppo 1998 era quello di arrivare a disputare un campionato cercando di migliorare il livello della squadra e il livello individuale, soprattutto perchè le squadre affrontate si misuravano con la nostra alla pari, sia per età che per fisicità. Alcuni ragazzi hanno disputato un campionato sott’età under 19 dimostrando un netto miglioramento e una crescita costante dal punto di vista tecnico e fisico.
L’obiettivo di questo gruppo non era vincere il campionato, ma arrivare il più in alto possibile, cercando di far crescere ogni singolo componente della squadra.
Sicuramente il gruppo a inizio anno era molto numeroso e gli allenatori hanno cercato di fare il massimo per portare tutti i membri a giocare il più possibile, nonostante in alcune circostanze il livello fisico e tecnico degli avversari abbia portato noi allenatori a dover scegliere i giocatori più pronti e al pari livello per disputare alcune partite.

Per quanto riguarda il gruppo 1999 che ho allenato in prima persona, è stato fatto un campionato sott’età; questo ha sicuramente inciso sui risultati. I ragazzi hanno cambiato il modo di allenarsi e di affrontare le partite; rispetto all’anno precedente sono cresciuti, imparando ad usare più tecnica e più consapevolezza dei loro mezzi. Agli occhi inesperti potrebbe apparire che questa stagione sia stata deludente e senza alcun miglioramento e che il gruppo abbia lavorato male in palestra. In realtà sono molto convinto che il lavoro svolto in allenamento sia stato estremamente costruttivo e positivo per i ragazzi, i quali hanno fatto una crescita personale e sportiva.
A inizio anno mi ero prefissato di portare la squadra ad avere un gioco di squadra, ad insegnargli come stare in palestre e di predisporli al lavoro di squadra e individuale.
L’anno è stato difficile, i risultati sul campo non hanno ripagato gli sforzi svolti, ma nonostante questo, come già detto, la crescita dei ragazzi è stata esponenziale.
Siamo solo all’inizio di un percorso, la cui strada è ancora lunga e difficile. Solo il costante impegno e la caparbietà di non arrendersi mai porterà questo gruppo ad ottenere importanti soddisfazioni sportive. Le finali UISP ne sono la prova.

Tutti i ragazzi devono continuare a credere in loro stessi, a impegnarsi per migliorarsi ogni giorno, superando le difficoltà che gli allenatori, la società o gli avversari potrebbero mettergli davanti, e trovare solo in loro stessi la grinta per diventa i numeri uno.
Per l’anno prossimo lavoreremo per dare ai ragazzi il giusto spazio e per ciascuno il miglior percorso formativo possibile."
Massimiliano Giudici
Copyright 2012 - Legnano Basket