Stagione 2017-2018  SEARCH     
EVENTI/DNB - A2
A2 Girone OVEST
FaseDataPartitaRis.Cr.
Giornata 1dom 01/10/2017 17:30Virtus Roma - Legnano Basket Knights62-74
Palazzetto dello Sport - Piazza Apollodoro - ROMA (ROMA)
Prima partita di campionato dei Knights contro la gloriosa Virtus Roma, vincitrice negli anni ’80 anche di un campionato e una Coppa Campioni, e società storica della captale.

I primi punti del campionato di Roma sono di Roberts, mentre è Pullazi ad aprire lo score dei Knights per la stagione 2017/18, con la bomba dall’angolo. Il canestro ancora di Roberts e la risposta di Mosley, movimentano un inizio che è molto equilibrato, grazie anche ai canestri di Martini, Baldasso e Raivio, per i primi 5 minuti che sono sul 14-12.
Raivio e Martini provano l’allungo, fermato da Thomas, Landi e Roberts, con il primo quarto che si chiude sul 22-19 dopo il canestro finale di Pullazi.

Il secondo quarto mantiene i ritmi altissimi con i punti di Raivio e Benetti, mentre Toscano segna la prima tripla in biancorosso. La FCL si porta con uno sprint sul 25-27, motivo del timeout di Corbani; al rientro Raivio e Toscano vanno ancora a segno dall’arco con i Knights che avanzano sul 27-33. Il parziale di Roma però passa dalle mani di Thomas, Baldasso e Landi che dal -6 riportano la Virtus al +2 del 37-35. Ferrari deve arginare la falla con il timeout, e al rientro Legnano lotta anche con voglia, ma i centri di Thomas e Roberts mandano tutti all’intervallo sul punteggio di 46-39.

Dopo la pausa si riprende la partita e subito Thomas mette due punti per Roma mentre, su rimbalzo offensivo, Landi appoggia da sotto. La risposta di Legnano è la tripla di Pullazi e, subito dopo, quella di Raivio. Maresca porta la partita sul parziale di 52 a 44, con il ritmo che cala sensibilmente, e con la gara che sporca un po’ il suo lato estetico.
Con il libero di Benetti, Legnano tocca il -9, massimo svantaggio dei biancorossi, ma lì scatta qualcosa. Infatti Toscano segna una tripla importante, Raivio ne mette altri due, e, dopo il timeout giallorosso, nonostante i liberi di Baldasso, la FCL segna ancora da tre con Toscano e Raivio per una rimonta che permette il 55-54 al 30’.

Nell’ultima frazione, Roma prova a riprendere l’inerzia con il canestro di Thomas, ma Legnano è in campo con la faccia delle grandi occasioni.
La difesa inizia a contestare tutti i tiri romani, ma non sono rari nemmeno i tuffi dei legnanesi (soprattutto con Toscano e Maiocco), pronti a recuperare delle palle vaganti.
Dopo l’appoggio di Mosley, la tripla di Roveda spacca in due la partita, per il sorpasso della FCL sul 57-59.
Legnano non si ferma più: alla tripla di Maiocco, segue quella di Raivio e, anche se Roberts muove il tabellone romano, Toscano segna ancora da lontano e, a 2’ dalla fine della gara, Legnano è avanti per 62-68. Landi prova a fermare l’azione con il fallo su Raivio, ma la guardia biancorossa mette entrambe i liberi, così come Zanelli per il gap che si allarga in maniera notevole, fino al definitivo 62-74.

Una bella vittoria maturata nel secondo tempo, dopo un primo tempo molto timido dei Knights che avevano più paura di sbagliare che di fare bene.
Cambiamento totale nella ripresa, in cui Legnano è tornata in campo molto più intraprendente, ma soprattutto coesa in difesa con cui, dal 25’, ha costruito la vittoria.
Raivio è la solita certezza, oggi coadiuvato in attacco da Toscano, ma la vera chiave della vittoria va ricercata nell’applicazione difensiva con la nota di merito a Roveda che ha giocato minuti di qualità in un momento difficile della partita, mettendo la tripla della svolta.
Settimana canonica di lavoro per i Knights, che ora aspettano di esordire davanti al proprio pubblico, domenica prossima contro Napoli.
Giornata 2dom 08/10/2017 18:00Legnano Basket Knights - Cuore Basket Napoli85-72
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Esordio casalingo per i Knights contro la neopromossa Napoli. Per entrambe le squadre delle assenze: Legnano è ancora senza Tomasini, Napoli senza Sorrentino.
Pubblico delle grandi occasioni con quasi 2000 presenti e con ospiti un centinaio di giovani cestisti della Valle D’Aosta, arrivati a Legnano grazie allo sponsor di giornata il Resort & Casino di Saint Vincent

La gara viene inaugurata dal canestro di Raivio e dalla bomba di Carter e, successivamente da Vucic e Zanelli per una partita che va in fretta sul 7-7.
Legnano piazza un primo parziale positivo di 14-2 con Martini, Pullazi, il libero di Mosley, e un indemoniato Raivio per il 21-9 che diventa 21-10 a pochissimo dalla prima sirena con il libero di Mascolo.

Legnano è in gas, ma Napoli si concentra e rientra in campo con una difesa più attenta, spruzzando qua e là la zona che poi userà con più continuità, infatti, in meno di 3’, Napoli si rifà sotto dal -11 al -3, con i centri di Vucic e Fioravanti.
Zanelli infila la provvidenziale tripla del +6 FCL, Mascolo e Martini ne mettono due a testa, ma è ancora Fioravanti a segnare il canestro da centro area del -1, minimo svantaggio di Napoli.
La sveglia suona forte per i Knights e le triple in successione di Maiocco e in transizione di Raivio, mandano ancora avanti Legnano di 7, con Ponticiello a chiamare timeout.
Al rientro, il distacco rimane invariato fino all’intervallo (38-31), con gli ultimi canestro di Vucic, Raivio, Nikolic e Martini.

Dopo la pausa lunga, Vucic infila un gioco da 3 punti che riavvicina Napoli sul 38-34, anche se Raivio respinge con perdite, con la tripla del +7 Legnano.
Il parziale biancorosso rimane aperto con i quattro liberi di Pullazi; Carter poi, insieme alla zona napoletana, infastidisce i Knights.
Prese le misure, però, Legnano arriva sul 50-39, firmato dalla bomba di Zanelli e dal tap-in volante di Mosley.
Carter e Martini si scambiano due tiri pesanti e con due belle azioni in contropiede guidate da Raivio, i Knights vanno sul 56-42, tuttavia è solo dopo il canestro di Raivio e l’ennesimo contropiede legnanese, che Ponticiello chiama nuovamente timeout.
Al rientro Vucic mette la tripla, ma Toscano serve l’assist per l’inchiodata di Mosley, e il tecnico a Ponticiello, lascia ai Knights la possibilità di andare sul 65-49, perfezionato con il lay-up finale di Raivio per il 67-49 del 30’

Vucic è molto ispirato e segna tutti i primi punti per il Cuore Basket del 67-53, ma Martini e Raivio combinano per il 75-60 che da qualche sicurezza in più ai Knights, quando mancano poco meno di 5’ minuti alla fine della gara
Raivio arriva ancora al capolinea, Martini stoppa in difesa e Zanelli segna il +18; poi Berra e Martini portano il punteggio sul 85-67, nonostante uno stratosferico Vucic che segna ancora a ripetizione.
Ferrari inizia a svuotare la panchina a pochi minuti dalla fine, lasciando gli applausi ai titolari e campo ai giovani che chiudono la gara sul 85-72.

Bella vittoria della FCL che ha sofferto la zona napoletana del secondo e terzo quarto, ma poi ha ancora vinto stringendo meglio le maglie in difesa e interpretando al meglio le transizioni offensive.
Un ottimo avvio di campionato per una squadra che, per parola di coach Ferrari, non è ancora però abbastanza solida, ma che ha sicuramente dimostrato di poter aver notevoli margini di miglioramento.
Giornata 3sab 14/10/2017 20:30Dinamo Academy Cagliari - Legnano Basket Knights87-85
Palasport - Via Rockefeller - CAGLIARI (CA)
Anticipo della terza giornata di campionato che vede in campo i Knights contro la Dinamo Cagliari, nella bombonera del PalaPirastu con circa un migliaio di tifosi presenti; tra questi, anche una trentina di legnanesi al seguito della squadra, in una giornata estiva, dentro e fuori dal palazzetto.

Il match inizia con gli starting five classici: Zanelli, Raivio, Martini, Pullazi e Mosley, per Legnano, mentre Cagliari schiera: Keene, Allegretti, Rullo, Bucarelli e Stephens
Stephen apre con la schiacciata, Raivio con il jumper , Stephens con l’appoggio e Raivio con il canestro dall’angolo di un 4-4, firmato solo dai due USA.
La partita scorre veloce con percentuali ottime per entrambe le squadre: Raivio segna anche dai liberi, Allegretti in contropiede e Martini in tap-in per il 8-8 che si vede sul tabellone, dopo quasi 4’ dalla palla a due.
Mosley e Zanelli ricuciono sul 14-14, dopo due bombe in fila di Keene che prova la prima vera accelerazione cagliaritana.
La freccia per i Knights, invece, la mette Raivio, rubando un rimbalzo lungo e appoggiando da sotto il 16-18, che porta Paolini al timeout.
Mosley riparte con la schiacciata del 17-20, poi gli appoggi da sotto di Raivio e Martini fanno scappare i Knights sul 17-24, smorzato da Stephens con l’appoggio da sotto del 19-24.
Il quarto poi lo chiude ancora Raivio con il fade away del 19-26.

La partita la riapre Gazineo con i liberi del +9, ma Turel ricuce subito sul 28-21, poi Maiocco allunga e Ebeling riaccorcia, in un elastico che vede sempre i Knights avanti con personalità.
Raivio continua ad essere implacabile, ma Cagliari si fa sotto con Keene e Turel dalla distanza e Stephens da sotto, per il 33-34 che costringe Ferrari a fermare tutto per parlarne un po’ su.
Martini ci mette una pezza con il jumper, ma la tripla, il gioco da 3 punti di Keene, gli appoggi di Stephens e il contropiede di Ebeling lanciano Cagliari sul 45-36, con la FCL in rottura prolungata.
Negli ultimi 1’17” del quarto, Tomasini dalla lunetta, Raivio dal centro area e Keene da 3 fissano il 48-40 all’intervallo.

I primi punti della ripresa sono di Pullazi per il 48-43, poi Raivio e la schiacciata di Mosley riavvicinano i Knights sul 51-47, ma Rovatti è on fire e allunga ancora per i suoi sul 54-47.
Zanelli piazza una zingarata in area, ma la tripla di Rullo e il canestro da opportunista di Allegretti, riportano la Pasta Cellino sul +10 del 49-59.
La doppia tripla di Toscano vale il -7, dopo quella di Rovatti, con Legnano che è sempre piuttosto fluida in attacco, ma non riesce a dare la solita svolta difensiva.
Rovatti realizza ancora un gioco da punti e regala il massimo vantaggio alla Dinamo sul +11.
Zanelli segna ancora da centro area, Tomasini va in contropiede, e con i liberi di Toscano, la FCL arriva fino al 68-61, con il periodo che si chiude sul 73-65, con il gioco da tre punti di Bucarelli e 4 punti finali di Toscano.

I Knights riaprono ancora da sotto con Toscano, Mosley poi corregge in tap-in, tuttavia la tripla di Rullo smorza un po’ gli animi biancorossi, che rispondono ancora con Mosley, di nuovo in tap-in per il 76-71.
Martini schiaccia il -3, Ebeling risponde, ma ancora una schiacciata di Mosley, tiene i Knights attaccati alla gara.
Rullo arriva al capolinea e sul quinto fallo di Toscano, Ferrari chiama timout per organizzare gli ultimi 5’31” con il punteggio sul 80-75.
Una pazzesca tripla di Raivio porta i Knights al -2, con Keene che poi sfrutta un momento di confusione per i punti del 84-78.
Raivio segna un altro canestro fuori equilibrio, mentre anche Mosley è costretto ad uscire per falli.
Raivio ci prova fino alla fine, segnando dall’angolo il -3 e dopo l’ennesimo sfondamento subito da Maiocco, il canestro di Tomasini vale il 85-84.
Pullazi recupera i liberi a rimbalzo offensivo e il suo 1/2 è il pareggio sul 85-85 con poco più di 30” alla fine.
Stephens si presenta nell’altra lunetta e lo 0/2 non muove il punteggio, anche se la palla che esce viene assegnata a Cagliari.
Dopo un’azione confusa Stephens appoggia il +2, con la FCL subito a chiamare minuto, con 6” e 65 centesimi da giocare.
Dalla rimessa in zona offensa, ne esce una buona azione che libera Tomasini per il tiro della vittoria che però esce, lasciando a Cagliari il foglio rosa finale.

Una partita dei Knights disciplinata e caratterizzata da buone giocate, anche se un secondo quarto da 29-14, ha segnato l’andamento di tutta la gara.
Knights che tornano a casa con qualche rimpianto che potranno rifarsi sfruttando il fattore campo che li vedrà in casa per due turni consecutivi con Biella e Latina.
Giornata 4dom 22/10/2017 18:00Legnano Basket Knights - Pall. Biella83-66
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Super sfida di giornata al PalaBorsani dove si scontrano Legnano e Biella, già protagoniste la scorsa stagione di partite di alta classifica; PalaBorsani come sempre gremito con un’ampia rappresentanza biellese, per un clima torrido dal punto di vista della temperatura, ma ottimo per questo tipo di partite.

Si inizia con la doppia tripla di Ferguson e una schiacciata di Mosley che infiammano subito il pubblico.
Anche Raivio mette a segno il tiro dal difficile coefficiente di realizzazione del 4-6, per una gara che in avvio mantiene le aspettative.
Bowers segna in jumper, Raivio mette la tripla, ma Biella è più presente a rimbalzo e si assicura il doppio dei tiri dei Knights.
Il primo vantaggio biancorosso lo firma Zanelli con un 3/3 dalla lunetta del 10-8, quando il tabellone segna 5‘46” alla fine del primo quarto.
Uglietti scappa in contropiede per il pareggio, Pullazi mette la tripla, ma Bowers va di nuovo in contropiede per i punti del 13-12 che tengono la gara in equilibrio.
Raivio prova una prima accelerata biancorossa con la tripla centrale, ma è con quella d’angolo che la FCL va sul 21-15 e costringe Carrea a fermare per la prima volta la partita.
Al rientro in campo, Raivio segna ancora da sotto mentre Tomasini, chiude con la bomba allo scadere, un primo periodo che va in archivio sul 26-15

Wheatle inaugura il secondo parziale, poi Tessitori infila il jumper dalla lunetta, i liberi e la tripla per la Eurotrend che si fa sotto sul 26-24; ora è Ferrari a volere il timeout e, al rientro, Raivio segna dall’angolo il +4 Legnano che toglie un po’ di pressione dalle spalle.
Biella cerca continuamente Tessitori che risponde con altri due liberi, anche se il pareggio sul 28-28 lo firma Chiarastella con il semigancio in mezzo all’area.
Zanelli infila la tripla del 31-28, e Pullazi quella del 34-30 dopo il canestro di rapina in area di Chiarastella.
Bowers e Raivio arrivano al capolinea, con Legnano sempre avanti di 2, e senza che nessuna delle due squadre riesca a prendere il largo.
Mosley gioca un inedito uno contro uno centrale che vale un gioco da tre punti del 39-34; più consueta, la zingarata in area di Ferguson e la tripla di Maiocco per il 42-36, non dissimile dal 42-37 modellato dal libero di Bowers.

Dopo la pausa di metà tempo, Ferguson va a segno dopo meno di 10 secondi dall’inizio della ripresa, ma con la tripla di Zanelli, Legnano attutisce il colpo e con la schiacciata a rimbalzo di Mosley, allunga sul 47-39.
Chiarastella segna da sotto il -6; la risposta di Raivio porta ad 8 i punti di scarto e Legnano, con personalità, si mantiene vicino al vantaggio in doppia cifra con Tomasini, fino a quando Zanelli scappa in contropiede per il 55-45.
Raivio infila il +12, ma la tripla quasi da metà campo di Ferguson, da la chiara idea che la partita non può certo definirsi finita; poi la chiusura del quarto sono la tripla di Zanelli e il gioco da 3 punti di Sgobba per il 60-51 del 30’.

Maiocco mette subito la tripla in apertura dell’ultima frazione, ma anche Ferguson segna ancora da lontano, per un match che sembra possa essere ancora molto lungo; Luca Pollone prova a riaprire la gara, ma Mosley inchioda la bimane che mette sul tabellone il 67-58.
Bowers centra il -7 per i suoi, che però Raivio dalla linea del libero fa tornare a -9 e poi a -11 con il gioco spalle a canestro che finisce con l’appoggio da sotto del 71-60 a 4’09” dalla fine.
Carrea chiama timeout per organizzare l’ultimo assalto, tuttavia la partita prende una piega diversa, infatti le velleità piemontesi vengono fermate sul nascere dall’appoggio di Raivio da sotto e dalle triple di Zanelli del 79-60.
L’ultimo 1’30” è di accademia con la gara che si chiude sul 83-66, con i punti Raivio, Martini e Ferguson.

Bella e meritata vittoria della FCL che, a parte i primissimi possessi, non lascia mai a Biella la leadership della gara e, grazie ad una gara Deluxe di Raivio e Zanelli, conquista due importanti punti casalinghi, con la prospettiva di una seconda gara in casa, domenica prossima contro i rivali di sempre: il Latina Basket
Giornata 5dom 29/10/2017 18:00Legnano Basket Knights - Latina Basket83-76
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Sfida tra Legnano e Latina, che negli ultimi anni è diventato un classico anche per il numero sempre folto di ex, dall’una e dell’altra parte.
Latina decisamente menomata dall’assenza di Tavernelli (problemi al piede) e dal taglio di Adomas Drungilas, che sarà sostituto da Josh Haiston, non ancora arrivato in Italia.

Si inizia con la classica penetrazione di Martini, ma anche con il canestro di Laganà del 2-2 che resiste per quasi 3' minuti sul tabellone.
La gara non ha dei ritmi folli, ma senza un motivo apparente, la fiammata improvvisa di Legnano con l'alley-oop tra Raivio e Mosley, il centro di Zanelli e quella di Latina con Allodi e Laganà, porta in un amen il punteggio sul 9-6
Raivio e Di Ianni si scambiano un paio i canestri, ma la tripla di Pullazi permette alla FCL l'accelerata sul 14-8, ritoccato da Mosley sul 16-8
Laganà va segno ancora, così come Raymond, ma Raivio è implacabile e tiene a distanza Latina sul 20-13 che conferma un ottimo avvio biancorosso.
Raymond infila la tripla del -2; Pullazi l'entrata del 22-18; Raymond, però, carbura in fretta e guadagna i liberi del 22-19, rimodellato alla fine del primo quarto dai liberi e dall’appoggio al vetro di Toscano e dai liberi di Pastore del 26-21

Raivio e Raymond riaprono il quarto con due facili appoggi; poi Saccaggi firma il 29-25, che rimane fisso sul tabellone del PalaBorsani, fino al jumper di Raivio del 31-25 che arriva a 6'03" dalla fine del secondo periodo in coincidenza con il timeout di gramenzi.
Al rientro Laganà segna da tre con fallo e il suo gioco da 4 punti, vale il 31-29; Il primo vantaggio di Latina, tuttavia, lo firma l’ex Allodi, con la bomba del 31-32, cosa che non rende felice Ferrari, pronto al timeout a 3’32” dalla pausa lunga.
Al rientro Toscano infila la tripla del contro sorpasso sul 34-32, mentre Mosley mette a segno i liberi del 36-32.
Anche Saccaggi è preciso dai liberi, e con il suo arresto e tiro ribatte anche all’appoggio di Toscano, portando il punteggio sul 38-36.
Raivio si arresta poco dopo la linea del libero per il 40-36, ma il suo terzo fallo permetta a Lagana’ i liberi del 40-38, prima di un suo ulteriore canestro per il 40-40 che è anche il punteggio a fine primo tempo.

Zanelli, Raivio e Laganà segnano i primi punti per il 44-43 dei primi 3’, ma è il canestro di Raymond a portare di nuovo in vantaggio Latina sul 44-45.
Laganà allunga dalla lunetta per il 44-47, ma anche Toscano segna dalla linea della carità, tenendo i Knights in scia sul 46-47.
Allodi centra una nuova tripla, poi appoggia, e quando il tap-in di Di Ianni a correzione di un contropiede porta il tabellone sul 45-53 per Latina, Ferrari ferma tutto con il minuto di sospensione.
Al rientro, la “stoppata bimane” di Mosley gasa il pubblico, e lancia in contropiede Raivio per il gioco da 3 punti del 48-53.
Questa diventa l’azione della partita e, a posteriori, il punto di svolta della gara.
Saccaggi segna da tre, ma Toscano guadagna il centro dell’area per i punti del -6 Legnano, che diventano -3 con la bomba di Raivio a 1’24” dalla fine del terzo periodo.
Allodi arriva indisturbato in mezzo all’area e la tripla di Raymond con quella di Raivio chiudono il terzo periodo sul 56-60.

Raivio ruba e schiaccia il -2 nella prima azione del quarto quarto, ma è con la tripla di Toscano dall’angolo che la FCL trova di nuovo il vantaggio sul 61-60.
Il fallo su tiro da tre di Laganà, gli consente un 2/3 dai liberi per il nuovo vantaggio laziale.
L’alternanza di punteggio continua con Raivio in contropiede e Allodi da sotto; poi Ravio ruba e schiaccia ancora il 65-64, che viene ribattuto dal jumper di Pastore.
La tripla di Maiocco fa esplodere il PalaBorsani per il 68-66, che salta di nuovo in piedi sulla tripla di Toscano del 71-66 a 5’13” dalla fine del match.
Dopo l’inevitabile timeout di Gramenzi, Martini segna il jumper del +7, Raymond ricuce sul 73-68, ma l’alley-oop tra Zanelli e Mosley, ricaccia indietro con perdite la Benacquista.
Pastore ci prova fino in fondo con 3 punti che fanno male al morale biancorosso, risollevato da un’altra schiacciata volante di Mosley.
Raymond segna ancora, ma Raivio non sbaglia il palleggio arresto e tiro del 79-73 che a poco più di 1’30” dalla fine sembra una bella ipoteca sulla vittoria finale.
Latina spreca il suo possesso, mentre Zanelli segna il 81-73 e a 31” dalla fine sembra proprio che Legnano abbia la partita in mano.
Gramenzi chiama ancora minuto pensando alla differenza canestri, ma al rientro l’ennesimo alley-oop di Mosley lancia Legnano verso la vittoria che si concretizza sul 83-76, definito dalla tripla quasi da metà campo di Pastore

Partita molto intensa ed equilibrata. Latina subisce l’inizio sprint dei Knights, ma con la zona e qualche accorgimento tattico, riesce a fare quasi sua la gara.
Quasi, perché il giro di vite di Mosley e Raivio chiude qualsiasi possibilità ai laziali, confermando un ottimo stato di forma fisico e mentale dei Knights.
Giornata 6dom 05/11/2017 18:00Treviglio - Legnano Basket Knights66-75
PalaFacchetti - Via Del Bosco, snc - TREVIGLIO (BG)
La partita di cartello della sesta di campionato, è sicuramente il derby lombardo tra Legnano e Treviglio, che ormai è diventata una classica della A2 negli ultimi anni.
Legnano al completo, mentre Treviglio è senza Borra, e con Marino recuperato ma non al massimo della forma, dopo la prima vittoria bianco-blu, settimana scorsa contro Rieti.
Bella la cornice di pubblico al PalaFacchetti con circa 2.200 tifosi, di cui oltre 250 da Legnano, arrivati con i pullman predisposti dalla società.

La gara comincia con un bel movimento di Mosley spalle a canestro, un assist di Raivio per Martini, la tripla di Zanelli e l'appoggio di Voskuil per il 2-7 dei primi minuti.
La FCL sfrutta bene il gioco interno con Mosley, anche se la Remer prova qualche sprazzo di zona per confondere i Knights.
Cesana arriva in fondo, ma sul canestro dall'angolo di Pullazi, del 4-11, Vertemati ferma per la prima volta la partita.
Al rientro in campo, Rossi infila i liberi così come Mezzanotte dopo di lui e Treviglio torna sotto sul 8-11; i Knights si riattivano con la schiacciata e il jumper di Martini, per una gara che prende ritmo, grazie anche centro di Palumbo.
Tomasini infila il primo canestro da ex, Marino la prima e unica tripla della sua gara e Mosley i liberi del 13-19, ma a chiudere il primo quarto è la bomba di Mezzanotte per il 16-19 dopo 10'

Maiocco vola subito in contropiede, Toscano taglia in due la difesa trevigliese, mentre Raivio segna dal centro dell'area, costringendo Vertemati ad un nuovo timeout quando il tabellone segna 16-25
Mezzanotte riapre con la tripla dall'angolo, anche se il canestro di Toscano e il tap-in volante di Mosley danno nuova energia ai Knights, per la prima volta in doppia cifra di vantaggio sul 19-29
Tomasini allunga sul +12, e sull'accenno di zona, Maiocco mette la tripla, così come Pulazzi infila quella del 23-37, massimo vantaggio della partita per i Knights.
Carnovali trova un pertugio in area, mentre Voskuil si mette in ritmo per la tripla del 28-37 che induce Ferrari al minuto di sospensione, per cercare di non dare ritmo alla Remer.
Negli ultimi 2' del quarto, Douvier va a segno dalla media, Mosley stoppa e poi va a correggere al volo sull'altro canestro, poi i canestri di Marino, la tripla di Voskuil in transizione e il jumper di Raivio, chiudono il primo tempo sul 35-41

Mosley riapre con l’appoggio da sotto e Mezzanotte con tre punti, attutiti dalla penetrazione di Raivio.
La tripla di Cesana da una buona spinta a Treviglio, anche se i liberi di Martini e Raivio tengono Legnano avanti sul 43-48; anche Mezzanotte segna un libero, ma un bell’assist di Maiocco per Raivio e la tripla di Zanelli, lasciano avanti i Knights sul 46-53.
Dopo il timeout Remer, Vertemati prende un tecnico che viene capitalizzato dai Knights con il libero di Raivio; ancora Raivio segna dalla media, Pecchia in arresto e il punteggio lievita sul 49-56, ma sempre con la FCL avanti di personalità.
Prima della fine del quarto i liberi di Rossi, il gioco da tre punti di Douvier fissano il 53-57 del 30’.

Tomasini apre l’ultimo periodo con la tripla dall’angolo che da respiro ai Knights, anche se Legnano sente il fiato sul collo con Treviglio che restituisce con la stessa moneta grazie a Cesana.
Mosley schiaccia il 56-62, ma ora la gara inizia ad aumentare l’intensità e le giocate offensive sono sporcate da difese molto più chiuse e attente rispetto alla prima parte di gara.
Raivio segna ancora dall’angolo, Cesana ancora da 3, così come Douvier, che riporta la Remer al -2 sul 62-64.
L’allungo legnanese passa dalle mani di Maiocco per la schiacciata di Mosley, e poi per la sua tripla del 62-69 che gasa notevolmente i tifosi biancorossi quando mancano poco più di 3’ alla fine della gara.
Al rientro la Remer recupera un antisportivo di Raivio che trasforma in due liberi con Voskuil, ma una furbata difensiva ancora di Capitan Maiocco, permette ai Knights di recuperare la palla, limitando i danni: si arriva così all’ultimo minuto sul 64-69.
Dopo una bella azione legnanese, Martini segna la tripla dall’angolo del 64-72 e su questo canestro, di fatto, Legnano si aggiudica il secondo derby di fila.
Marino e Raivio, aggiustano il punteggio finale sul 66-75 che regala ai Knights il secondo successo di fila negli ultimi due derby

Una gara molto quadrata dei Knights che rimangono in vantaggio per tutti i 40’ di una partita che hanno gestito nei ritmi, con molto disciplina nei momenti delicati.
Disciplina che è la stessa chiave della partita riconosciuta da coach Ferrari nella conferenza stampa di fine gara.
Giornata 7dom 12/11/2017 18:00Legnano Basket Knights - Viola Reggio Calabria86-73
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
I Knights rientrano al PalaBorsani dopo la bella vittoria nel derby e si trovano di fronte la Viola Reggio Calabria, che cerca i primi punti fuori casa della stagione dopo aver vinto tutte le partite casalinghe. Le formazioni sono al completo e con una bella e rumorosa cornice di pubblico dei soliti 2000 del PalaBorsani.

Fabi apre le marcature alla prima palla giocabile, con Roberts che replica con la tripla per l’iniziale 0-5.
Legnano fatica un po’ a trovare ritmo ma una giocata di forza di Pulllazi da sotto, sblocca i Knights che subisco anche la seconda tripla della Viola con l’ex Pacher; Baldassare della lunetta e Roberts ancora dall’arco portano il punteggio sul 2-12, momento del primo timeout di Ferrari, non felice dell’inizio biancorosso.
Zanelli fa 1/2 dalla lunetta, ma il contropiede di Baldassarre tiene lontano le due squadre, anche se Mosley appoggia il 5-14, con Fabi che fa 3/3 dalla lunetta, lanciando la Metextra sul 5-17, massimo vantaggio reggino.
Un tiro in acrobazia di Raivio e la doppia penetrazione di Martini portano il tabellone sul 11-17, che ora induce Calvani al minuto di sospensione.
Fabi, al rientro in campo, infila una tripla e un gioco spalle a canestro, mentre Legnano risponde con un passaggio dietro la schiena di Raivio per la schiacciata di Mosley e un jumper dell’MVP di ottobre in transizione del 15-22, mentre le panchine iniziano a ruotare con i primi cambi.
Prima della fine del quarto c’è ancora spazio per due triple di Raivio e il libero di Passera del 21-23.

Mosley riapre la gara con un 1/2 dalla lunetta, ma il primo vantaggio biancorosso, porta la firma di Raivio con l’appoggio del 24-23.
Rossato va a segno con il contropiede a rimorchio, in un’alternanza di punteggio che continua grazie ad un grande salvataggio di Raivio che lancia Maiocco in contropiede.
Mosley appoggia il 28-25, con la FCL che in difesa ora è molto più attenta e precisa nelle chiusure.
Martini segna in entrata, anche se la tripla di Pacher tiene vicina Reggio, respinta dell’appoggio e dai liberi di Tomasini del 34-28.
Caroti mette la bomba del 31-34 e con la rubata e contropiede di Pacher, si riapre la gara del tutto con Reggio a -1
Maiocco riallunga l’elastico con i liberi, così come la penetrazione di Martini del 38-33; il periodo poi è chiuso dai liberi di Caroti, quelli di Pacher, quello di Martini e l’entrata ancora di Caroti per il 39-38 dell’intervallo.

Dopo la pausa lunga, Legnano riparte da Martini, e Reggio da Roberts, che segna la tripla che impatta la partita sul 41-41.
Pullazi infila la bomba, ma anche Roberts è on fire e ne mette ancora due, intervallate da Mosley che corregge al volo, poi da Martini che segna il jumper e da Zanelli per il punteggio che va veloce sul 51-47, con i Knights che approfittano di un antisportivo recuperato da Zanelli e capitalizzato, proprio con due suoi liberi e l’arresto di Raivio del 55-47.
Poi il PalaBorsani rischia di scoppiare sull’alley-oop tra Zanelli e Mosley, anche se la tripla di Roberts, non lascia ai Knights un vantaggio rassicurante fissando il 57-50 che resiste fino al 30’.

L’inizio dell’ultimo quarto è scoppiettante con le triple di Toscano e il canestro di Roberts, e il centro ancora di Toscano del 62-52.
Maiocco appoggia in lay-up, regalando alla FCL il 64-52, massimo vantaggio biancorosso, subito ridimensionato dalla tripla di Roberts in serata di grazia.
Martini segna da 2, Pacher in schiacciata, e sull’accenno di zona reggina, un nuovo alley-oop tra Zanelli e Mosley rassicura i Knights.
A 3’ dalla fine della gara, Martini infila la tripla del 74-60, dando ai Knights qualche certezza in più sul finale di partita; e anche quando Pacher rientra dal timeout con la tripla del -11 e Rossato con il contropiede del -9, i liberi di Raivio fissano il 76-65 che a 2’ dalla fine della partita sembrano una buona ipoteca sulla vittoria finale.
Gli ultimi sussulti reggini sono affidati a Fabi e Pacher, ma i liberi in successione di Zanelli e Raivio, tengono i Knights avanti con sicurezza.
La classica ciliegina sulla torta la mette Raivio con la schiacciata che fa esplodere nuovamente il PalaBorsani, e l’appoggio di Gazineo con i suoi primi punti su azione in biancorosso.

Partita iniziata in maniera soft per i Knights che però, dopo la prima sospensione, rientrano in campo con la faccia e le idee giuste per portare a casa una gara non facile, contro un avversario tutt’altro che remissivo.
Un bel biglietto da visita, in vista della trasferta di Trapani che la FCL giocherà in anticipo tv alle 12.00 di domenica prossima su SportItalia.
Giornata 8dom 19/11/2017 12:00Pall. Trapani - Legnano Basket Knights73-72
PalaIlio - Largo Ilio - TRAPANI (TP)
Prima diretta TV annuale per i Knights che sono ospiti della Pallacanestro Trapani, in una gara che si gioca alle ore 12.00, orario molto diverso dalle solite abitudini.
Formazioni al completo e bella cornice di pubblico e diversi tifosi dei Knights ed in particolare di Martini, originario, per parte di madre, di Favignana.

L’apertura della gara è proprio dell’enfant du pays con un jumper dalla media, ma arrivano in fretta anche i canestri di Perry e Pullazi fino all’alley-oop di Mosley del 3-6
Ancora Perry mette la tripla del pareggio, mentre è Renzi a dare il primo vantaggio ai padroni di casa; poi Jefferson e Ganeto allungano fino al 13-6, punteggio sul quale Ferrari chiama il primo timeout della gara.
Al rientro, il gioco da tre punti di Perry e la tripla di Pullazi, riattivano il tabellone con Trapani che rimane in vantaggio sul 16-9
Raivio e Jefferson segnano dalla lunga distanza, ma i con i liberi di Martini, i Knights si riavvicinano su 19-14.
Prima della sirena, Raivio mette la bomba del 19-17, Ducarello chiama timeout tuttavia il quarto si chiude proprio su questo parziale.

Testa riapre con il long-two del +4 granata, ma i liberi di Pullazi riportano, prima, al minimo lo scarto Legnano e poi al pareggio sul 21-21.
La lotta a rimbalzo manda Maiocco KO per un colpo alla testa (rientrerà poco dopo ma accertamenti in ospedale per lui a fine gara), mentre il nuovo vantaggio legnanese passa ancora dai liberi di Pullazi e dal canestro di Raivio, dopo il pareggio di Renzi dalla linea della carità.
Un bel fade away di Tomasini tiene Legnano in vantaggio dopo il gioco da 3 punti di Perry, anche se la tripla di Jefferson da un nuovo vantaggio a Trapani.
Mosley tocca il tap-in del 29-29, poi Jefferson mette la tripla del 32-29, Perry quella del 35-30, ma Martini non lascia scappare la Lighthouse con il jumper del -3
Il nuovo pareggio porta la firma di Zanelli, con il quarto che si chiude con la tripla Jefferson e il gancio di Mosley per il 38-37 dell’intervallo.

Legnano riapre bene con il gioco da tre punti di Martini, ma anche Trapani ne mette tre con Jefferson, prima del jumper dall’angolo di Raivio del 41-42.
Perry e Pullazi segnano da fuori, Jefferson il libero del 45-45, ma l’equilibrio dura poco grazie alla tripla di Martini e l’appoggio di Pullazi del 45-50.
Ducarello corre subito ai ripari con la sospensione, però al rientro dal minuto, Martini segna ancora da tre, e Mosley schiaccia il +10 del 45-55.
Bossi ci mette una pezza con la tripla, ma Pullazi gioca di opportunismo per la rubata e appoggio del 48-57.
Renzi e Perry riducono fino al 52-57, quando Ferrari ferma la partita con il timeout; infine Bossi ruba e scappa in contropiede, ma Zanelli si vendica con la tripla del 54-60 e i liberi del 54-62, rimodellato da Jefferson sul 57-62 del 30’.

In apertura dell’ultimo periodo, Raivio mette subito i liberi del 57-64, Tomasini quelli del 57-66. Trapani si sblocca da sotto con Simic e Renzi per il -5 del 61-66, con Jefferson che infila la bomba del -2 del 64-66 con ancora 5’13” da giocare.
Ferrari ci vuol parlare su ma dopo il timeout, Ganeto mette il libero del -1, prima dell’entrata vincente di Raivio del 65-68
Il nuovo pareggio arriva per mano di Perry, e per qualche minuto sul tabellone rimane fisso il 68-68; poi Zanelli appoggia il +2 Legnano e ora è Ducarello a fermare la partita, anche se mancano ancora 1’51” alla fine della gara.
Renzi pareggia dall’angolo, ma Martini mette il jumper del 70-72 che lascia Legnano con il naso avanti a 40” dalla fine.
Jefferson continua nella sua giornata irreale con la pazzesca bomba del 73-72 che risulterà decisiva.
La FCL ha in mano la palla decisiva, ma viene respinta dalla stoppata di Perry, per una vittoria arrivata nelle ultime due azioni della partita.

Una partita ben giocata dai Knights che però, hanno trovato sulla loro strada una coppia di USA in giornata di grazie, con 13 triple messe a segno e oltre 50 punti in due.
Legnano non ha molto da rimproverarsi, anche se le sconfitte di un solo punto lasciano sempre un po’ di amaro in bocca.
Prossima partita casalinga dei Knights, lunedì prossimo, in posticipo contro Tortona alle 20.30.
Giornata 9lun 27/11/2017 20:30Legnano Basket Knights - Tortona Basket70-79
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Nel “Monday Night” della nona giornata del girone d’andata, i Knights scendono in campo al PalaBorsani privi del capitano Maiocco (out in via del tutto precauzionale per la botta alla testa della scorsa settimana a Trapani), ma con voglia di rivincita dopo la sconfitta bruciante in Sicilia.
Tortona è la bestia nera di Legnano che, dalla finale promozione di Cervia nel 2014, ha sempre vinto (5-0 di cui 4-0 in A2) gli scontri diretti.

Il match inizia a rilento e prima di vedere il primo canestro bisogna aspettare quasi 2 minuti per la schiacciata di Mosley.
Garri scalda la mano da 3, ma risposta legnanese è ancora di Mosley che segna anche altri due punti e, sulla scodellata di Raivio da sotto del 8-3, Pansa chiama il primo timeout della gara.
Al rientro il gioco da 3 di Sorokas e e il contro piede di Spanghero, valgono il pareggio sul 8-8, con Legnano particolarmente imprecisa nei passaggi e nella costruzione del gioco.
Zanelli ferma il break bianconero con la tripla, ma Garri, Stefanelli e Spanghero, portano Tortona sul 11-15, con Mosley che lotta a rimbalzo per il 13-15
Il nuovo vantaggio FCL arriva con la tripla di Raivio, subito pareggiata da quella di Spanghero; a chiudere il quarto sono poi Tomasini con il jumper e Stefanelli con il tiro pesante del 18-21

Riapre Raivio con il gioco da tre punti del 21-21, poi, ancora lui, per il +2 biancorosso, anche se Johnson non ci sta e segna due punti, preludio del centro di Meluzzi e della schiacciata di Sorokas del 23-27
La partita diventa molto fisica e si sporca per tecnica e precisione, anche se Johnson mette la tripla del 23-29 che fa correre subito ai ripari Ferrari con il timeout.
Al rientro Zanelli infila i liberi del -4, Mosley il gioco da 3 punti del -1, e poi Pullazi il libero del pareggio sul 29-29.
Ora Legnano difende molto bene e costringe anche all’infrazione di campo Tortona, convertendo il possesso successivo con un 1/2 dai liberi per Roveda.
Stefanelli segna la tripla del 30-32, e quella del 30-35, mentre Garri quella del 30-38; a far uscire Legnano dall’empasse, ci pensa Raivio con il jumper del 32-38, anche se Stefanelli infila il libero del 32-39, ritoccato poi a 34-39 dai liberi di Zanelli

Quando le squadre tornano in campo, Tortona riparte forte, ma Martini tiene in scia Legnano, fino alla “scavigliata” di Mosley che costringe la FCL a giocare molto “piccola”, subendo da subito i canestri di Johnson e Spanghero, ribattuti poi dal canestro in entrata di Martini e dalla tripla di Pullazi del 45-49.
Johnson trasforma il gioco da 3 punti del +7 Tortona, anche se Martini restituisce gli stessi punti, con la stessa giocata a campi invertiti.
Toscano va in percussione per il 50-52, con il pubblico che inizia a scaldarsi e a spingere i Knights
Sorokas gioca bene in post basso, tuttavia i liberi di Tomasini tengono Legnano sul -2, con ancora 3’ nel terzo quarto.
Johnson va a segno da sotto, e ancora Tomasini dai liberi; poi però, prima della fine del quarto, Johnson si prende sulle spalle la sua squadra con i liberi e il tiro da 3 del 54-61 al 30’.

Tomasini infila la tripla al primo possesso biancorosso dell’ultimo periodo, poi Zanelli l’entrata del 59-61, mentre Garri gioca di forza contro Pullazi.
Legnano torna in carreggiata con la tripla di Zanelli del 62-65, che induce Pansa al timeout; la sospensione non aiuta i piemontesi, visto che Zanelli impatta sul 65-65 con un’entrata al ferro.
Sorokas la schiacciata del 65-67, ma ancora Zanelli da 3 manda in visibilio il PalaBorsani per l’ultimo vantaggio legnanese; infatti i Knights subiscono ancora una schiacciata in contropiede di Sorokas, poi l’appoggio di Johnson del 68-71.
Dopo il minuto di sospensione e alcuni possessi a vuoto, Spanghero infila da 3 il +6 Tortona che formalmente chiude la gara.
Legnano ci prova ancora con Pullazi da sotto, ma sul gioco da tre punti di Johnson, Tortona alza le mani al cielo con la gara che si chiude sul 70-79.

Brutta sconfitta per i Knights che, dopo una partita non giocata al meglio, si trovano anche a fare i conti con l’infortunio alla caviglia di Mosley, che sarà da valutare nei prossimi giorni.
Una sconfitta che non avvilisce i biancorossi, ma anzi sembra averli caricati di agonismo in vista dei prossimi appuntamenti molto importanti per il campionato e in ottica Coppa Italia
Giornata 10dom 03/12/2017 18:00Eurobasket Roma - Legnano Basket Knights82-81
Palazzetto dello Sport - Piazza Apollodoro - ROMA (ROMA)
Knights a Roma per la seconda volta nell’anno, in situazione precaria senza Mosley, contro l’Eurobasket del grande ex Matteo Frassineti, anche lui non al top della forma.
Legnano è reduce da due sconfitte consecutive, mentre la Leonis sta crescendo nelle ultime gare, dopo un inizio piuttosto difficile.

La prima palla la gioca Legnano ma è Roma con Sims a muovere per prima il tabellone.
Sul ribaltamento di campo è l’ex Pullazi ad aprire le danze per la FCL ed è sempre lui dai liberi ad avvicinare Legnano sul 6-3, dopo i centri ancora di Sims e di Poletti in contropiede.
Il pareggio legnanese porta ancora la firma di Pullazzi con la bomba del 6-6, ma Sims è implacabile e ne mette ancora 4.
La tripla in transizione di Raivio porta i Knights al -1 e il doppio contropiede di Martini al primo vantaggio biancorosso sul 10-13.
Legnano prova anche la zona che disturba in parte i romani, che trovano comunque dei canestri con Deloach e Bonessio, mentre Legnano mette punti ancora con Martini.
Deloach e Sims provano l’allungo, combinando 5 punti, ma il canestro di Raivio tiene i Knights sul 17-17
Gli ultimi canestri di Martini e Maiocco (entrambi da tre) e Poletti (dai liberi) chiudono il quarto e portano il punteggio sul 21-23

Si ricomincia con il 3/3 dai liberi di Piazza, il canestro in semigancio di Brkic e il libero di Bonessio che lancia la Leonis sul 28-23.
Raivio sblocca i Knights con il jumper dalla linea del libero, poi la tripla di Maiocco e il canestro in contropiede di Tomasini, danno di nuovo il vantaggio ai Knights sul 28-30.
Piazza segna da 3 ma il canestro da sotto di Pullazi tiene ancora avanti i biancorossi per 31-32, fino alla tripla di Toscano del 31-35; tuttavia le bombe di Poletti, il backdoor di Deloach e il jumper di Raivio fanno avanzare in fretta il punteggio sul 41-41.
Il vantaggio romano con Poletti non viene preso molto bene da Ferrari che chiama subito timeout e, al rientro, Pullazi pareggia con una bella entrata e, dopo il centro di Poletti, la chiusura dei Knights è con i canestri di Zanelli e Maiocco del 43-47

Legnano si ripresenta in campo con il tap in di Pullazi e la zona, che permette un recupero e un canestro in transizione da 3 con Raivio per il bruciante 43-52.
Dopo il timeout di Turchetto, Raivio segna ancora dall’angolo, ma la tripla di Sims da ancora coraggio a Roma.
La guardia USA legnanese segna ancora in jumper, ma anche Sims è on fire, con l’appoggio del 50-56 che tiene viva la partita.
La zona di Legnano fa perdere qualche giro a Roma che però segna con Sims, dopo una bella entrata di Raivio al ferro.
Raivio è ancora protagonista della lunetta con il 2/2 del 52-60; Zanelli buca l’area romana dopo il centro di Brkic, ma la tripla di Casale da qualche speranza in più a Roma.
Tomasini segna da 3 e Legnano passa a zona, ma anche Deloach mette la bomba e il quarto va in archivio con il contropiede ancora di Deloach e i liberi di Tomasini del 62-67

Casale apre l’ultima frazione con il tiro pesante e ci prende gusto mettendo anche una bomba dall’angolo del 68-67 che riporta avanti Roma dopo circa un minuto e mezzo dall’inizio.
Deloach segna la tripla del +4 per la Leonis, ma la tripla di Pulazzi riporta i Knights sul -1, che diventa -3 con il contropiede di Poletti.
Pulazzi mette un bel semi gancio, ma Sims infila il jumper del 75-72, che tiene i Knights a un possesso pieno di distanza.
Martini arriva al capolinea, con Legnano che ora è più spesso a uomo; il flopping di Casale lascia a Zanelli il libero del 79-78 e poi è sempre lui a mettere la tripla del 79-81
Dopo alcune azioni a vuoto per entrambe le squadre, Poletti si presenta in lunetta ma il suo 1/2 lascia Legnano avanti sul 80-81, con Ferrari a chiamare timeout con 29” ancora da giocare.
Martini sbaglia l’ultima entrata e, sul capovolgimento di fronte, Sims mette il canestro che infligge la terza sconfitta di fila ai Knights.

Partita ben giocata dalla FCL che però sbaglia alcune delle scelte finali, decisive al fine del risultato.
Un peccato perché i Knights hanno comunque condotto una gara molto intelligente e disciplinata, nonostante la pesante assenza di Mosley.
Un bicchiere mezzo pieno che non soddisfa però, visto che si tratta della terza sconfitta con uno scarto di pochissimi punti.

Giornata 12dom 17/12/2017 18:00Fortitudo Agrigento - Legnano Basket Knights92-82
PalaEmpedocle - Lungomare Pirandello - PORTO EMPEDOCLE (AG)
Dopo 15 giorni, i Knights tornano in campo al PalaMoncada di Agrigento contro una Fortitudo reduce da due vittorie e due sconfitte nelle ultime partite.
Legnano recupera tutti gli acciaccati e anche Mosley è regolarmente nel roster.

Il match inizia con un gioco da 3 punti di Cannon, ribattuto da un semigancio di Mosley, che segna anche in schiacciata dopo i liberi di Guariglia.
Zugno infila ancora 2 punti, ma anche Raivio mette 2 punti in contropiede, in modo da tenere alte le percentuali dal campo di una gara subito ad alto ritmo.
Williams segna in contropiede, ma una bella azione corale dei Knights tiene il punteggio sul 9-8, anche se Guariglia allunga ancora con il jumper del 11-8; Legnano fatica molto in attacco e i contropiedi di Cannon, portano il punteggio sul 15-8.
Ai primi cambi dalle panchine, Zugno segna la tripla del 18-8 e Mattia Ferrari chiama il primo timeout della gara.
Raivio e la tripla di Maiocco, al rientro, riavvicinano subito la FCL sul 18-13, poi l’assist di Maiocco per Raivio vale il 18-15.
Evangelisti si sblocca, fermando il break biancorosso, con Raivio a segnare un canestro difficile, e Legnano che ora sempre molto più concentrata, alla fine del primo quarto che si chiude sul 20-17

La partenza del secondo periodo, inizia con i canestri in penetrazione di Tomasini e Lovisotto, con Raivio a segnare il jumper del -1 sul 22-21.
Il primo vantaggio biancorosso, invece, è ancora di Tomasini con una penetrazione al ferro per il 22-23; il vantaggio viene ribadito da Toscano dopo i liberi di Cannon, mentre Raivio manda Legnano sul +3.
Pepe non ci sta e infila la tripla che riporta il punteggio in parità sul 27-27; Maiocco prova a far scappare ancora i Knights con la bomba del +3, tuttavia i liberi di Pepe tengono la Fortitudo sul -1.
Cannon si muove bene da sotto, ma Martini con la tripla e il contropiede, lancia i Knights sul 31-35, Cannon da fuori e Williams dai liberi, riassestano il 34-35 che mantiene la gara del tutto incerta.
Tomasini infila dall’arco il +4, ma ancora Pepe dai liberi fissa il 36-38.
Guariglia schiaccia, ma Maiocco è caldissimo con la sua terza tripla in fila che tiene i Knights avanti sul 38-41, che diventa 40-42 con il libero di Tomasini e la penetrazione di Zugno che mandano tutti negli spogliatoi.
41-45.
Zugno segna da sotto, poi Mosley in appoggio e la partita avanza piacevolmente con gli attacchi più precisi e attivi delle difese.
Pullazi mette la tripla, ma ancora Zugno è la spina nel fianco, anche se i biancorossi rimangono avanti 45-53
Williams, Evangelisti e Amborsin costruiscono il parziale dal -8 al -3 siciliano, con Ferrari a dover chiamare ancora timeout per cercare di cambiare l’inerzia della gara.
Dopo la sospensione di Ferrari, i liberi di Ambrosin vengono ribattuti dalla schiacciata in backdoor di Martini, ma Agrigento è più reattiva sui palloni vaganti e, ancora con Ambrosin, si porta sul 53-56.
Raivio dalla lunetta mette il 1/2 per la FCL, poi Toscano ne mette tre dall’angolo ma il canestro di Williams e la tripla di Zugno, riportano la Moncada sul 58-60; Moncada che poi sfrutta anche un antisportivo di Raivio per segnare con Pepe i liberi del pareggio e con Ambrosin quelli del sorpasso sul 61-60
Dopo alcuni minuti di digiuno, Legnano si sblocca con un gioco di forza di Toscano da sotto, ma Pepe segna da fuori e riporta avanti Agrigento, con il quarto che si chiude con un libero di Maiocco, e la tripla di Williams per il 67-63 del 30’.

Mosley appoggia subito da sotto, poi Toscano segna in area il pareggio sul 67-67, e riapre una partita che poteva essere emotivamente chiusa.
Però dopo il primo minuto, Pepe segna ancora dall’arco, poi Amborsin segna un gioco da 3 punti e sul 73-67 con 6’54” alla fine, la gara sembra già chiusa, un po’ per la netta inerzia a favore dei siciliani, un po’ per il linguaggio del corpo dei Knights.
Ambrosin segna anche da 3, annullato poi dal gioco da 3 punti di Martini, tuttavia anche Zugno arriva al capolinea, anche se il colpo di grazia lo da Pepe che segna ancora da 3, trascinando Agrigento sul 81-72
Dopo il centro di Williams, Zanelli ci prova da 3, ma i liberi ancora di Williams chiudono definitivamente la partita con ancora 2’33” da giocare.
La gara poi si chiuderà sul 92-82

Legnano perde la sua quarta gara in fila, cadendo su un campo difficile con una squadra che ha mandato 5 uomini in doppia cifra; soprattutto però, ha lasciato troppa iniziativa ai padroni di casa che hanno abusato della difesa legnanese, di solito punto di forza dei Knights.
Inizia ora per LA FCL un periodo di fuoco con 4 gare in poco più di 15 giorni.
Giornata 13sab 23/12/2017 20:30Legnano Basket Knights - Mens Sana Siena82-72
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Gara prenatalizia per i Knights, che assume tutto un sapore particolare, visto che dall’altra parte c’è Siena, città storica per la pallacanestro italiana, ma anche per la tradizione del Palio che accomuna le due realtà.
Knights in tenuta natalizia, con le maglie preparate per le tre gare interne consecutive che si giocheranno al PalaBorsani durante le feste.

La gara inizia nel segno di Ebanks che segna i primi 3 punti mensanini, con le squadre che hanno percentuali molto basse.
Legnano ci mette quasi 3 minuti per sbloccarsi e lo fa in penetrazione con Pullazi, imitato poi da Sandri a campi invertiti.
Raivio segna da 3 per il pareggio sul 5-5, Ebanks e Turner, però, segnano ancora dall’arco e Siena allunga fino al 5-11, momento in cui Ferrari ferma la partita per la prima volta
Al rientro Zanelli segna dall’area, lo fa anche Vildera, ma con il gioco da 3 di Martini si arriva sul 10-13.
I punti di Pullazi e Maiocco permettono a Legnano di andare avanti per la prima volta nella partita sul 17-15; poi Tomasini allunga in contropiede, tuttavia Casella ferma il break legnanese con l’appoggio del 19-17.
Prima del suono della prima sirena, c’è tempo per Raivio, che segna in maniera spettacolare, poi i canestri di Casella da tre e Martini in schiacciata fissano il 23-20 dopo 10’ di gioco.

Tomasini segna al primo possesso del secondo quarto, ma Siena con Borsato si riavvicina. Ci pensa Mosley da sotto a respingere l’offensiva biancoverde con i punti del 30-26; Sandri e Ebanks sono in agguato e riportano sotto la Mens Sana fino al 33-32.
La tripla di Maiocco è provvidenziale, così come il jumper di Raivio che porta il punteggio sul 38-34 dopo l’appoggio di Simonovic; poi Turner firma un personalissimo 0-5 che riporta avanti di 1 Siena sul 40-41
Simonovic e Zanelli segnano dalla lunetta per il pareggio, subito sparigliato dallo stesso Simonovic e Sandri con i centri del 42-46.
Il quarto poi finisce con il libero di Maiocco, quello di Saccaggi per il 43-47 della fine del primo tempo

Dopo la pausa lunga, i primi punti del quarto portano la firma di Saccaggi e Martini, con Legnano che però non riesce a trovare il solito ritmo difensivo.
Maiocco prova a tracciare il solco con una tripla dall’angolo per il 48-49, ma Turner rimette subito le distanze.
Mosley si muove bene da sotto, poi tira la solita stoppata che toglie le ragnatele dal soffitto del PalaBorsani, ma Ebanks è implacabile dall’angolo per una cinica Siena.
Raivio segna in uscita della rimessa per il 52-53, che diventa 52-54 dopo il libero di Sandri;
dopo l’appoggio di Simonovic del 52-58, Ferrari ferma di nuovo la partita, con i Knights che non trovano continuità difensiva
Maiocco rientra con la tripla del -3, dopo di che, il punteggio che si ferma per diversi minuti sul 55-58; lo sblocca a poco dalla fine Raivio con i punti del 57-58 che sarà il risultato del 30’.

All’inizio dell’ultimo periodo di gioco, Mosley e Turner segnano ai primi possessi, con Toscano a mettere il libero del pareggio sul 60-60. Vildera prova il nuovo allungo senese, fermato dal jumper di Raivio.
Ebanks, segna ancora, ma la tripla di Raivio del 65-64, ridà il vantaggio ai Knights, ora con Mecacci a fermare la gara con il minuto di sospensione.
Turner riapre con il jumper in controtempo, Raivio con il classico tiro dall’angolo, per una gara che rimane in bilico con il minimo scarto possibile.
Ebanks porta a +1 Siena, ma Zanelli scappa in contropiede per il 69-68; poi la svolta difensiva di Mosley che vola per la stoppata e con Zanelli che segna la tripla del 72-68, che fa esplodere il PalaBorsani.
Negli ultimi minuti diventa un monologo biancorosso: Martini schiaccia il +6 Legnano, e anche se Ebanks tiene viva la partita con l’appoggio da sotto, Raivio infila il nuovo +6 dall’angolo, con Mecacci a chiamare il secondo timeout in meno di un minuto, per organizzare gli ultimi 41” della gara.
Al rientro Sandri segna subito da 2, Zanelli però mette i liberi del 77-72 e Martini quelli del 80-72, con Maiocco a volare in contropiede con gli ultimi 2 punti che chiudono la gara.

Una vittoria importante per i Knights, in una gara difficile per entrambe le squadre che avevano bisogno di punti e della vittoria per ritrovare un po’ di fiducia.
Legnano chiude un ciclo negativo con una prova in cui spicca capitan Maiocco e il solito Raivio (vicino alla tripla doppia con 20 punti, 9 rimbalzi e 9 assist), regalandosi un buon Natale e vincendo la gara prima di Natale che, di solito, non era stata mai favorevole ai Knights negli ultimi anni.
Giornata 14sab 30/12/2017 20:30Legnano Basket Knights - Junior Casale Monferrato74-65
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Ultima partita dei Knights del 2017 contro la capolista Casale, che arriva a Legnano per difendere la prima posizione e il vantaggio verso le inseguitrici, mentre i biancorossi vogliono tentare di inanellare la seconda vittoria consecutiva dopo quella di Siena.

Bella cornice di pubblico al PalaBorsani per una gara che inizia con la tripla di Martinoni, replicata da Zanelli, anche se il gioco da tre punti di Marcius porta sul 3-6 il punteggio
Legnano però è in un buon momento e i punti di Martini e Mosley portano i biancorossi al parziale di 8-6
Tomassini pareggia, ma la super schiacciata volante di Mosley fa di nuovo esultare il PalaBorsani, fino al centro di Martinoni, poi Pullazi infila da opportunista il 12-10, di una gara molto in equilibrio. Legnano prova l’allungo con Raivio, arginato da Marcius e Blizzard per il 16-14, simile al 18-16 dei primi 10’, dopo i liberi di Zanelli e Sanders.

Si riparte con il doppio canestro da sotto di Toscano e quelli di Severini e Martinoni che tengono invariato il distacco, in una partita che inizia ad incrementare le percentuali dal campo.
La bomba di Severini riporta avanti Casale di uno, con però Toscano a mettere il 2/2 del 24-23; è ancora Toscano a infilare la tripla del 27-23, con Tomasini che raddoppia con quella del 30-23, cosa che induce Ramondino al timeout
Al rientro Marcius segna i liberi del -5, e poi l’appoggio del 30-27, e questa volta è Ferrari a chiamare il minuto di sospensione, quando mancano ancora 4’49” all’intervallo.
Dopo alcune azioni a vuoto, Pullazi segna la tripla del 33-27, poi Raivio i liberi del 35-27 e il quarto si chiude con il canestro e i liberi di Blizzard, l’appoggio di Tomasini, il libero di Toscano e di Martinoni e quelli di Raivio, prima dell’entrata finale di Tomassini del 40-34

Dopo il classico tè caldo negli spogliatoi, Sanders riapre con l’appoggio del -4 Casale, ma la tripla di Raivio da un po’ di morale ai Knights.
Martinoni ruba e scappa in contropiede, poi Denegri segna da 3, ma un provvidenziale fallo su un tiro da tre di Zanelli, permette il 3/3 dalla linea della carità per il play legnanese che porta il tabellone sul 46-41.
Poi Martini arriva al capolinea, ma la partita vive un paio di minuti abbondanti di confusione su entrambi i lati del campo, fino alla gran giocata di Blizzard e Marcius del 48-43.
Raivio toglie qualche paura ai Knights con il fade-away del 50-43, Martinoni prima segna, poi prende il tecnico che la FCL capitalizza con il libero di Raivio e l’appoggio di Toscano del 53-45.
Sanders non lascia scappare però i Knights e infila il jumper del -6, Martini e Blizzard segnano in sospensione, e il quarto si chiude sul 57-49 con il canestro dall’angolo ancora di Martini.

Ad inizio ultimo quarto, Blizzard segna in uscita dai blocchi il 57-51, mentre Legnano si sblocca con Mosley, che mette il libero, tira la stoppata e inchioda il 60-51 che costringe Ramondino a fermare la gara.
Le due squadre rientrano in campo con qualche minuto di vuoto, fino all’appoggio di Severini del 60-53 e ai liberi di Tommasini del 60-55.
La FCL ha bisogno del libero di Toscano per muove la retina, ma anche Blizzard segna a cronometro fermo e la Junior si fa sotto sul 61-57.
Zanelli fa 2/2, poi mette la bomba del 66-57, ma la Novipiù non molla e segna da sotto con Tomassini, anche se con la schiacciata di Mosley a 1’55” dalla fine, i Knights si sentono un pò più sicuri di loro stessi con il tabellone sul 68-59.
Blizzard esce dal timeout con la tripla del -6 Casale, Martini e Tomassini, si scambiano 2 bombe e con 1’02” da giocare il tabellone dice 71-65.
Mosley con una grande intuizione, recupera in difesa un pallone decisivo, che Raivio trasforma in 1 punto falla lunetta, importante per dare psicologicamente alla FCL una spinta verso il finale di gara.
Blizzard sbaglia i liberi, mentre Zanelli fa 2/2 e di Legnano chiude in parata per il 74-65 che vale una super vittoria.

Gara molto difficile contro quella che meritatamente è la squadra in vetta alla classifica, mai fuori partita e con tante armi pronte ad accendersi per risolvere le situazioni intricate.
Legnano, però gioca una partita di grande attenzione e con 5 uomini in doppia cifra, porta a casa una vittoria di collettivo se ce né una.
Un paio di giorni di defaticamento e poi subito in pista per la terza gara di fila in casa, il recupero della 11 giornata contro Scafati.
La vittoria di oggi è stata dedicata, per voce di Alessandro Zanelli a fine partita, ad Anna, tifosa dei Knights scomparsa durante la settimana.
Giornata 11mer 03/01/2018 20:30Legnano Basket Knights - Basket Scafati67-70
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Prima gara del 2018 per i Knights che recuperano la partita contro Scafati, rinviata per via della convocazione in nazionale di Martini; Knights privi di Toscano (adduttori) e con Mosley al 50% per il primo impegno del nuovo anno.

I primi punti del 2018 sono per Sharrod e Ammannato da tre, mentre la risposta di Legnano è affidata prima a Martini e poi a Pullazi, che con due bombe di fila, porta il punteggio sul 8-5
Il tabellone va veloce sul 12-10 con una serie di tiri liberi, fino al piazzato dall’angolo di Tomasini del 14-10
Ammantato riduce con un contropiede, ma l’appoggio di Pullazi e la rovesciata di Martini fanno chiedere a Perdichizzi il primo time out di giornata.
Al rientro la risposta di Scafati è il gioco da tre punti di Lawrence che fissa il 18-15 del 10’ di gioco.

Ammannato riparte alla grande con 4 punti in fila che, con i due di Ranuzzi e Romeo, portano avanti Scafati fino al 18-23
Ferrari ferma la gara, ma al rientro segnano ancora Crow e Lawrence con il solo Mosley a ribattere da sotto
Tomasini infila la tripla del 23-28, Raivio si sblocca con il libero del 24-28, poi Martini si allunga per 26-28, in un buon frangente biancorosso.
Spizzichini appoggia al vetro il +4 per i suoi, Sharrod invece schiaccia il 26-32 e nel momento migliore di Legnano, Scafati allunga di nuovo con 1’42” da giocare.
Zanelli scalda l’ambiente con l’alley-oop per Mosley, poi Mosley cancella Crow, e poi, ancora lui, appoggia il 30-32, simile al 30-35 dopo la bomba finale di Ammannato.

Dopo l’intervallo, Santiangeli riparte con la tripla del +8, anche se Martini guadagna il centro area e segna i primi due punti per i Knights.
Dopo il bel gesto sportivo di Santiangeli che inverte una rimessa a suo favore, Lawrence e Sharrod allungano fino al +10 Scafati del 32-42, con i Knights che proprio non riescono a trovare ritmo e cadono su banali errori.
Ferrari prova a dare la scossa con il timeout; Zanelli ne esce con la bomba del -7, poi, dopo alcune azioni non proprio di bel gioco, Mosley schiaccia il -5 con ancora 5’03” da giocare.
Ammannato blocca il parziale legnanese con un 1/2 dalla lunetta, ma una magia di Roveda, da di nuovo speranza alla FCL con il 39-43.
Sharrod appoggia da sotto, Mosley infila i liberi, Maiocco segna in reverse, Lawrence in appoggio e il terzo periodo va in archivio sul punteggio di 44-47.

Lawrence riapre come aveva chiuso, e Raivio finalmente segna dalla lunga distanza per il 47-49.
La guardia di Portland ci inizia a prendere gusto e il secondo siluro di fila, manda i Knights in vantaggio sul 50-49 dopo lungo tempo.
Anche Lawrence segna dalla lunga, ma la corsa in contropiede di Maiocco vale il 52-52, con 5’52” sul tabellone.
Per circa un 1’ e mezzo non segna nessuno, fino al canestro di Sharrod del 52-54, ma poi c’è ancora oltre un minuto senza canestri, fino al libero di Martini del 53-54.
Quando mancano meno di 2 minuti alla fine, la schiacciata in contropiede di Martini mette i Knights con il naso avanti di 1, poi il tiro di Zanelli esalta il PalaBorsani per il 57-54 che costringe Perdichizzi al timeout.
Al rientro con 1’08” da giocare, Scafati va a segno con il gioco da tre punti di Ammannato per il pareggio sul 57-57 e con la doppia stoppata di Maiocco e Mosley ancora su Ammannato, finiscono i regolamentari.

Martini riapre con l’appoggio da sotto, ma Sharrod sguscia sulla linea di fondo per il nuovo pareggio di una gara non bella, ma di certo molto equilibrata.
Mosley prende posizione e il suo tiro finisce dentro il canestro dolcemente per due volte di fila con il tabellone che segna 63-59; poi Spizzichini mette un importante 2/2, e con la tripla di Lawrence Scafati torna avanti per 63-64.
Raivio segna dalla classica uscita sulla rimessa da fondo, mentre Sharrod inverte il vantaggio con i liberi del 65-66.
Sharrod inchioda la schiacciata del 65-68 e, negli ultimi 15” della gara, Legnano spreca un paio di palloni che, dopo il fallo sistematico, fanno arrivare la prima sconfitta nel 2018 con il punteggio di 67-70

Una gara delle occasioni perse che, entrambe le squadre non sono riuscite a giocare come probabilmente avrebbero voluto. Legnano un po’ stanca in attacco e non efficace difensivamente come al solito, Scafati più opportunista, anche se alcuni errori non forzati, avrebbero potuto chiudere la partita molto prima del tempo supplementare.
Poco tempo per pensarci visto che tra pochi giorni Legnano sarà già in viaggio per Rieti, in una delle trasferte più difficili dell’anno.
Giornata 15dom 07/01/2018 18:00NPC Rieti - Legnano Basket Knights72-91
PalaSojourner - Via Campoloniano - RIETI (RI)
Ultima giornata di andata che i Knights giocano a Rieti, in un clima caldo per due squadre distanziate da solo 2 punti in classifica.
Legnano sempre alle prese con le condizioni non perfette di Martini, Toscano e Mosley, mentre Rieti si presenta al completo e in un buon periodo di forma.

Il match inizia molto a rilento con i primi due punti di Gigli e il tabellone che si ferma sul 2-0 per oltre 2 minuti e mezzo, quando Gigli ne mette ancora due da lontano per il 4-0.
Zanelli si sloga la caviglia (rientrerà dopo le cure mediche nel secondo quarto) e sul possesso successivo, Martini appoggia da sotto i primi punti legnanesi, prima della schiacciata di Olasewere.
Raivio mette l’arresto, poi Tommasini va in penetrazione, ma anche Tomasini arriva al capolinea per una partita che stenta a decollare, ma rimane in perfetto equilibrio.
Il primo vantaggio legnanese è il tap-in di Mosley del 8-9, ma dura poco perché sul ribaltamento di fronte, Hearst segna la prima bomba dell’incontro per il 11-9.
Anche Casini infila la tripla, così come Tomasini che tiene la FCL a un possesso, non pieno, di svantaggio
Casini segna ancora da lontano, Mosley da vicino e, prima della fine del quarto, Raivio pareggia sul 16-16.

Proprio Raivio riparte con l’accelerata a tutto campo per il gioco da tre punti del 16-19; Rieti si affida al gioco spalle a canestro di Olasewere e alla tripla di Carenza, mentre i Knights provano a variare i terminali trovando i liberi di Martini e i punti in penetrazione di Maiocco fino al 27-28, che Hearst ribalta con i liberi del 29-28; anche Zanelli si presenta in lunetta e il suo 1/2 vale il pareggio sul 29-29 quando mancano 4’ all’intervallo.
Pullazi infila la tripla del +3 Legnano, e sul tecnico ad Olasewere (quarto fallo dopo una stoppata giudicata irregolare ma probabilmente), Tomasini e Zanelli mettono il 2/3 dalla lunetta del 31-34, vantaggio che viene annullato dal libero di Gigli e dal scivolamento sulla linea di fondo di Hearst.
Raivio rientra dal timeout con la tripla del 34-37, pareggiata infine da Tommasini per il 37-37 del 20’.

La partita ricomincia con la scorribanda di Zanelli e il jumper di Martini del 37-41 dopo circa 1’30” di gioco.
Casini e soprattutto Tommasini mettono in piedi il parziale di 9-0 che porta il punteggio sul 46-41, con Ferrari a correre al timeout d’obbligo.
Zanelli rientra con la bomba del -2, ma Carenza riallunga con il jumper in centro area, preludio di un tentativo di fuga reatina, ma la bomba di Tomasini tiene la FCL a -3 sul 50-47 e la penetrazione di Pullazi sul -1.
Hearst si ripresenta in lunetta e il suo 2/2, da un possesso pieno di vantaggio alla NPC, annullato dalla tripla d’angolo di Tomasini del 52-52.
Pullazi segna la tripla del +3 FCL, poi i liberi del +5 e il quarto di chiude sul 55-59 dopo i centri di Casini e ancora di Pullazi

Ancora Pullazi va a segno dai liberi per il +6 Legnano, ridimensionato dai liberi di Tommasini, ma rimpolpato di nuovo dalla tripla di un Pullazi in formato deluxe.
Zanelli mette il 57-67 e Rossi non può che chiedere un minuto di sospensione al tavolo; Raivio rientra con l’assist per la schiacciata di Mosley del +12, con la NPC che deve aspettare Hearst per bloccare il parziale biancorosso con la tripla del 60-69.
Zanelli infila di nuovo una tripla per il vantaggio in doppia cifra dei Knights; Gigli fa 1/2 dai liberi, ma Mosley va ancora a segno da sotto e sul giro di zona legnanese, Tommasini infila dal centro dell’area in maniera non proprio comoda.
Zanelli è caldo come una stufa e mette ancora la tripla del 63-77; Gigli segna da sotto ma anche Raivio va al capolinea e con 4’15” da giocare, il vantaggio legnanese si fa importante.
Hearst prova ancora a ricucire dalla linea della carità con un 1/2, ma il 30 di Portland va ancora con il terzo tempo del 66-81.
Olasewere infila il gioco da tre punti che lascia ancora qualche piccola speranza a Rieti, però poi Mosley mette due importanti liberi e Tomasini il tap-in del 69-85 che con poco più di 1’30” dalla fine, di fatto, regala la vittoria ai Knights.
La partita poi finirà 72-91 con il canestro finale di Berra.

Una gara di grande equilibrio nella prima parte e grande fisicità nella ripresa, dove Legnano ha saputo trarre il massimo dalla sua concentrazione in attacco ed in difesa, in cui le alchimie (qualche giro di zona e la difesa adattata su Olasewere) hanno avuto la meglio rispetto alla grande spinta emotiva di Rieti.
Un’ottima fine per il girone di andata che non regala la Coppa Italia ai Knights, ma da la consapevolezza di poter essere ancora la squadra di inizio stagione, pronta per puntare alla zona playoff.

Coach Ferrari ha sottolineato anche: “Il merito dell’ottima prova difensiva di oggi va data in toto ad Alberto Mazzetti e Davide Giglietti che hanno preparato al meglio la gara, illustrandola con perfetta sintesi alla squadra ed a me”
Giornata 16dom 14/01/2018 17:00Legnano Basket Knights - Virtus Roma92-77
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Girone di ritorno che parte subito in salita per i Knights che, nella gara contro Roma devono fare a meno di Maiocco (virus e febbre dalla prima mattina di domenica), Roveda e Berra (slogatura alla caviglia con la Serie C sabato sera).
Roma non vive un momento migliore a livello di infermeria, ma l’innesto di Filloy e il cambio in panchina, ha dato uno slancio positivo alla Virtus che ha vinto 3 partite nelle ultime 5 giocate.

La gara parte con Martini in jumper, tuttavia Roberts e Thomas permettono a Roma il primo sorpasso, fino al pareggio di Zanelli.
Landi fa 2/2, ma uno strepitoso canestro di Raivio e i liberi di Mosley portano i Knights in vantaggio sul 9-6
Landi e Thomas bloccano il break legnanese con il 0-4, poi Raivio cambia la leadership della gara con i punti del 11-10, anche se Thomas è in gas per il 11-12
Pullazi da lontano e Zanelli in contropiede riportano avanti Legnano, fino al nuovo pareggio di Roberts sul 16-16
Zanelli mette i liberi del +2 Legnano, ma nell’alternanza delle segnature Roberts, Mosley e poi Maresca e Raivio (per due volte) fanno arrivare velocemente il tabellone sul 24-21, con Bechi a chiamare il primo timeout della gara
Al rientro il gioco da tre punti di Toscano fa toccare ai i Knights il +6, che diventa +8 con i liberi di Raivio; poi il quarto finisce con i liberi di Thomas e la tripla di Tomasini del 32-23

Si riparte con il gioco da tre di Thomas, ma il canestro di Mosley e la tripla di Zanelli costringono Bechi ad un nuovo timeout, dopo il quale Thomas da una sveglia importante a Roma, con la schiacciata di Mosley del 39-28 e dare tranquillità alla FCL.
Landi e Martini segnano da 2, Thomas mette i liberi, ma con la tripla di Zanelli, i Knights vanno sul 46-34 che Baldasso, in contropiede, riduce al 46-36.
Chessa con la tripla trascina la Virtus sotto la doppia cifra di svantaggio, e con i contropiedi di Thomas, Roma si fa pericolosamente sotto sul -5 del 46-41, momento in cui Ferrari ferma la gara con la sospensione.
Thomas rientra tenendo aperto il parziale romano con il gioco da tre punti del 46-44, che diventa 46 pari dopo i liberi di Roberts, quando manca poco più di un minuto alla pausa lunga.
Il finale del periodo però diventa rocambolesco e, la doppia tripla di Zanelli e Pullazi e il fallo antisportivo di Filloy convertito da Tomasini con due liberi a tempo ormai scaduto, portano il punteggio sul 54-46 all’intervallo.

La ripresa viene aperta dai liberi di Roberts e dalla zona legnanese che però viene bucata dalla tripla di Chessa per il 54-51
Le due incursioni al ferro di Martini e Zanelli nel momento migliore di Roma, portano Legnano sul +7 e fanno correre Bechi a chiamare un movimentato timeout.
La FCL torna a correre con la rubata di Mosley e l’appoggio di Raivio, anche se poi Thomas scarica la sua rabbia con la schiacciata del 60-53.
Dopo alcuni minuti di confusione, Legnano piazza un 7-0 che porta il punteggio sul 67-53, grazie alla penetrazione di Martini, l’alley-oop tra Zanelli e Mosley e la tripla di uno scatenato Zanelli.
Il quarto si chiude poi con l’alto punteggio di 72-57, ancora con la bomba di Zanelli, il canestro di Roberts, i liberi di Raivio e il canestro finale di Roberts.

Mosley schiaccia la prima palla dell’ultimo periodo, Filloy segna da 3 e Raivio da sotto per un inizio di ultimo quarto, ancora con ritmi molto, molto alti.
Roberts corre per la schiacciata in contropiede del 76-64, però Legnano ormai è “in the zone” e Tomasini mette una tripla allo scadere dei 24” che spezza un po’ le gambe ai giallorossi.
Il bel gioco sul perno di Roberts e i liberi di Thomas lasciano a Roma ancora delle speranze sul 79-68, ma quando si arriva a poco meno di 5’ dalla fine della partita, Raivio infila la tripla del 82-68, poi ruba un pallone che viene trasformato in 3 punti da Zanelli, per il canestro che manda i titoli di coda anticipati.
La gara finisce in parata per i Knights sul 92-77 con gli ultimi liberi di Raivio, il canestro di Landi e Thomas, le triple di Zanelli e Maresca, prima del canestro finale di Basile.

Una vittoria netta e meritata dei Knights che hanno saputo adattarsi ad una situazione non facile (falli per Pullazi in avvio e Toscano in costante sacrificio, fuori dal suo ruolo), trovando ancora una prestazione di caratura assoluta per Alessandro Zanelli, che sembra essersi ormai adattato al meglio al ruolo di play realizzatore.
Come nelle precedenti vittorie però, il contributo di tutti i Knights è stato determinate, in una gara senza capitan Maiocco, che è un “equilibratore” impareggiabile per le dinamiche biancorosse.
Giornata 18dom 28/01/2018 17:30Legnano Basket Knights - Dinamo Academy Cagliari68-77
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Dopo lo stop forzato della settimana scorsa, i Knights tornano in campo contro la sorpresa della stagione: la Dinamo Cagliari che già si impose nella gara di andata.
Legnano al completo ma con qualche acciacco per Toscano, Cagliari con Stephens in forse fino alla fine, ma poi grande protagonista del match

Sin dalle prime giocate la partita è contrassegnata da un notevole numero di errori, cosa inusuale per Legnano e motivo principale, per cui i biancorossi non trovano da subito il ritmo partita.
Cagliari ha percentuali pazzesche dall'arco (6/9 nel primo quarto e 10/19 all'intervallo) soprattutto con Keene e Allegretti a menare le danze.
Legnano prova a rispondere con Martini, anche perchè l'apporto di Zanelli e Raivio non è consistente come sempre e si arriva così al 11-26 del primo quarto.

Nel secondo periodo i Knights si compattano in difesa concedendo un solo canestro da 2 a fronte di 7 tentativi sardi, tuttavia il male peggiore arriva ancora da tre, costante del primo tempo, che mantiene sempre consistente il gap tra le due squadre. Nonostante siano in 8 tra i biancorossi a firmare almeno un canestro nei secondi 10' di gioco, Cagliari rimane avanti anche all'intervallo per 34-43.

Dopo la sosta del primo tempo, sale in cattedra Matteo Martini (14 punti nel quarto e 19 dei 20 legnanesi a cavallo del terzo e quarto quarto). Due siluri da 3 punti e un paio di arresti, costruiscono un parziale biancorosso importante, che porta per la prima volta i Knights in vantaggio (54-52 al 27'). Di contro Cagliari non riesce più a segnare da tre, ma non si scompone per il rientro dei Knights, trovando con Stephens dei canestri da vicino.
Gli ultimi minuti del quarto sono di sostanziale equilibrio, anche se poi Cagliari sprinta con Keene e Stephens per il 55-59 del 30'.

Anche nell'ultimo quarto continua lo show di Martini che si prende sulle spalle la FCL in attacco; per la Pasta Cellino rispondono i punti di Keene, Allegretti e Rullo, tutti e tre in doppia cifra quest’oggi.
Il quarto viaggia in equilibrio fino al 35' quando, il tiro da tre di Pullazi e il canestro di Raivio, danno ai Knights il 68-64 che sembra essere di buon auspicio per il finale.
In realtà da lì in poi ci sarà solo Cagliari in campo, che rimonta, e allunga progressivamente con un parziale di 0-13 che le consegna la vittoria per 68-77.

Una brutta partita per i Knights che non hanno mai trovato il ritmo gara, in difesa, subendo un bombardamento da tre punti (14/35 alla fine) e in attacco, dove spesso si sono schiantati contro il muro difensivo dei sardi.
Non un dramma, ma occorre ora ripartire dagli errori per affrontare due settimane molto delicate con la trasferta di Biella e quella infrasettimanale di Latina, prima del derby casalingo contro Treviglio.
Giornata 19dom 04/02/2018 18:00Pall. Biella - Legnano Basket Knights74-77
Biella Forum - Via Fred Buscaglione, 2 - BIELLA (BI)
Legnano, dopo l’amara sconfitta in casa contro Cagliari, è ospite del bellissimo Biella Forum, per la sfida contro una delle protagoniste del campionato, la Eurotrend di coach Carrea che naviga costantemente nelle prime posizioni di classifica.
Legnano ha Martini in panchina, ma con poche possibilità di utilizzo, visto un costante fastidio al tallone.

Biella apre le danze con i primi due punti Biella dopo 30 secondi, mentre per Legnano servono quasi 2’ per muovere il tabellone, grazie al libero di Mosley, seguito subito dalla bomba di Toscano. La risposta piemontese è di Tessitori e Ferguson ci mette del suo quando siamo alla metà del primo quarto, con una tripla che porta il punteggio sull’11-8 per la Eurotrend.
Biella prova la fuga con Wheatle, ma la risposta dei Knights arriva con le bombe di capitan Maiocco e Zanelli che portano il punteggio sul 15-14, quando mancano due minuti alla fine del primo quarto. È ancora Ferguson per Biella con un tiro da due a difendere il vantaggio, ma con la rovesciata di Roveda e i due liberi realizzati dalla lunetta da Raivio, Legnano riesce nel sorpasso. Prima della fine, c’è tempo ancora per un gioco da tre punti di Sgobba e i liberi di Raivio per un primo periodo che finisce sul 20-21 per Legnano.

I primi punti della seconda frazione arrivano con Mosley, ma è dopo la tripla di Raivio del 22-26 che Carrea ricorre preoccupato al minuto di sospensione. La mossa scuote Biella che al 15’ segna la tripla con Bowers che riapre i giochi e questa volta è coach Ferrari a chiamare timeout. Tessitori guadagna e realizza entrambi i tiri riportando Biella sul +1 e altri due suoi punti, lanciano i piemontesi sul 29-26. I Knights cercano di riprendersi con Pullazi, ma per Biella ci sono Wheatle e Tessitori che realizzano un minibreak di 4 punti. Con Biella sul +5 Toscano da la scossa alla FCL; Bowers mette la bomba così come Pullazi, ma un super Tessitori segna un altro tiro pesante che tiene Biella con il naso avanti. Gli ultimi due punti di Mosley chiudono la prima parte della gara con un punteggio di 39-35 per la Eurotrend.

Si riprende con due punti per Bowers e bomba di Zanelli; "contro bomba" di Ferguson e ancora Zanelli di nuovo da tre, per un inizio scoppiettante. Un alley-oop tra Zanelli e Mosley trascina Legnano a meno uno; poi Biella allunga ancora con Chiarastella da tre, ma la FCL è in fiducia e costruisce un break con 2 punti di Toscano e 5 di Zanelli che portano il punteggio sul 53-54.
La gara prende quota e, dopo i liberi di Tessitori e la tripla di Zanelli, segnano Bowers e Raivio ancora da tre, per il periodo che si chiude sul 59-60

Ultima frazione di gioco che si apre con la bomba di Pullazi, preludio di un decisivo break legnanese che passa dai punti di Zanelli e Mosley e una super bomba di Maiocco, che portano Legnano in 5’ sul +10 del 59-69. Tre tiri liberi realizzati da Ferguson e il gioco da tre punti di Tessitori dimezzano il gap piemontese, con la partita che rimane apertissima e combattuta, sul 65-69 a 3’ dalla fine. Raivio infila il jumper, tuttavia la bomba di Uglietti non fa ancora partire i titoli di coda. Toscano e Chiarastella, vanno a segno dal campo, Raivio dalla lunetta, così come Ferguson e, quando mancano 20 secondi alla fine, il punteggio è sul 73-75.
Zanelli mette a segno un tiro libero su due, ma anche Bowers fa lo stesso a campi invertiti, e quando manca poco più di 1 secondo alla fine, Raivio subisce il fallo che lo manda in lunetta.
La guardia di Portland sbaglia il primo libero e segna il secondo, portando Legnano a un possesso pieno di vantaggio, ma lasciando (grazie al timeout) la palla a Biella con la rimessa in zona d’attacco.
Bowers esce dai blocchi e prende un tiro tutt’altro che mal consigliato, ma la distanza è un po’ oltre il suo range e così Legnano può festeggiare con i suoi tifosi (oltre 150) una meritata vittoria.

Una bella risposta dei biancorossi dopo la brutta sconfitta con Cagliari e una ottima iniezione di fiducia per il duro turno infrasettimanale che aspetta i Knights, che giocheranno giovedì sera a Latina.
Soddisfazione lampante che traspare anche dalle interviste di fine gara a coach Ferrari e capitan Maiocco.
Giornata 20gio 08/02/2018 20:30Latina Basket - Legnano Basket Knights69-78
PalaBianchini - Via Dei Mille - LATINA (LT)
Turno infrasettimanale per i Knights con la pericolosa trasferta a Latina, squadra in un ottimo momento di forma e distante solo 2 punti dal Legnano Basket.
La base della gara sono i ricorsi storici e gli ex da entrambe le parti (Ferrari, Toscano e Mosley; Tavernelli e Allodi), ma l’attualità sono due squadre molto quadrate con Latina che, rispetto all’andata, recupera anche Hairston, assente per tempistiche di tesseramento a novembre, mentre Legnano combatte ancora con le condizioni precarie di Martini.

Legnano inizia bene con la tripla di Zanelli e il tapin di Toscano, anche se per Latina la schiacciata di Hairston scalda il pubblico.
Pastore e Raivio si scambiano due jumper e poi la FCL prova una mini fuga con la bomba di Toscano del 5-10
Raymond segna su un piede solo, Maiocco in contropiede, e Laganà da sotto, per una gara ad alto ritmo, veloce e piacevole.
Raivio infila il jumper e il punteggio si ferma sul 9-15 per diversi minuti, fino alla bomba di Tavernelli e all'appoggio di Mosley.
Latina non riesce ad essere fluida, e Maiocco la punisce da tre; Raymond ci mette una pezza, ma la tripla finale di Pullazi, da ai Knights il vantaggio consistente dopo i primi 10' del 14-23

Raymond riapre la gara con un canestro da due, ma Raivio infila il gioco da tre punti del 16-26, dando alla FCL il primo vantaggio in doppia cifra della gara.
Allodi e Laganà avvicinano la Benacquista, ma la rubata e contropiede di Tomasini, rimette 8 punti di distanza.
Saccaggi segna da sotto e, quando mancano 6'35" all'intervallo, Ferrari fa assaggiare il campo anche a Martini, non ancora al 100%; intanto Tomasini va in fadeaway per il nuovo +10 Legnano, poi Mosley corregge al volo in schiacciata e Gramenzi deve fermare ancora la partita sul punteggio di 22-34
Tavernelli rientra con la tripla, Raivio con il terzo tempo e Mosley con l'appoggio; Hairston risponde da due, ma sul tecnico a Gramenzi, Legnano spreca libero e possesso successivo, così Hairston la punisce ancora da sotto, con Toscano ad infilare un’importante tripla
Raivio viene aiutato da ferro e tabellone prima che il quarto si chiuda con il libero di Tavernelli e quello di Raivio del 35-45 al 20'

Latina riparte, dai liberi, Legnano da Raivio con il punteggio che lentamente cammina fino al 38-47 dopo quasi 3’ di gioco.
Toscano fa 2/2 dalla lunetta, Raymond inventa un canestro dal nulla e dopo un suo libero e un canestro di Saccaggi, Ferrari chiama il timeout con il tabellone che recita il 43-49.
A l rientro in campo Raymond continua il suo show e porta Latina al -1; il pareggio invece arriva da Laganà dalla lunetta per il 49-49.
Legnano raccoglie la concentrazione e segna prima da 3 con Pullazi e poi in arresto con Raivio per il 49-54 che manda su tutte le furie Gramenzi.
Tavernelli riapre con la “lacrima” da centro area, mentre Martini segna i suoi primi punti dalla lunetta per un distacco che rimane sempre di 5 punti.
Raivio fa 1/2 e il quarto si chiude con il ibero di Allodi e il gioco da 3 punti di Mosley del 52-60.

Saccaggi dal campo e Mosley dalla lunetta e poi in avvicinamento, riaprono l’ultima frazione, ma è sulla bomba di Zanelli che Legnano va in fuga sul 54-66, con però ancora 7’15” da giocare.
Mosley stoppa l’azione di Latina dopo il timeout di Gramenzi, che recupera un secondo tecnico e viene espulso; da qui Zanelli segna il libero e poi la tripla per una Legnano che inizia a dominare emotivamente la gara.
Tavernelli ci prova dai liberi, Raymond da tre, ma è sul canestro di Laganà del 61-70 che Ferrari non è tranquillo e chiama timeout.
Laganà va ancora a segno da 3, ma la rubata e contropiede di Toscano è provvidenziale per i Knights che sentivamo troppo il fiato pontino sul collo.
Saccaggi segna da tre, per il -5, ma una super giocata di Toscano che realizza un gioco da tre punti, rilancia i Knight sul +8 del 67-75 e poi è ancora lui ad inventare la traiettoria per la penetrazione del 67-77 che a 47” dalla fine, da una notevole sicurezza ai Knights.
Mosley segna un libero, Raymond un fadeaway, con la gara che si conclude sul 69-78 per una grande vittoria dei Knights.

Una grande vittoria, un po' rovinata da un nuovo infortunio a Martini; la classica “scavigliata” al piede (però già dolorante) che dovrà essere valutata nelle prossime ore, rendendo così molto dubbia la sua presenza al derby di domenica contro Treviglio.
Giornata 21dom 11/02/2018 18:00Legnano Basket Knights - Treviglio81-58
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Derby lombardo che si propone come una delle partite più interessanti del 21^ turno di campionato, con Legnano in un buon momento di forma e con Treviglio reduce da un profondo restyling che ha cambiato equilibri e dinamiche della squadra bergamasca

L’inizio della partita è molto intenso con la tripla di Marino e il gioco da tre punti di Mosley
Treviglio tira con ottime percentuali e anche Easley infila un gioco da tre punti, Marino e Voskuil la tripla, tuttavia Raivio ne mette 4 in fila, che risvegliano Legnano fino al 7-14
Mezzanotte e Pecchia segnano ancora da dietro l’arco, portando Treviglio anche al +10; la risposta della FCL passa dalla tripla di Raivio e dai liberi di Maiocco per il 13-22 quando mancano poco più di tre minuti alla prima sirena
Nelle ultime battute del quarto, Zanelli infila il -4, e i liberi di Maiocco fissano il 20-26, ottimo per i Knights, dopo un inizio abbastanza incerto e il 5/10 da 3 punti per Treviglio.

Mosley e Martini costruiscono in apertura il 5-0 che da a Legnano il 25-26 con conseguente timeout di Vertemati
Voskuil sblocca Treviglio dall’empasse, Pullazi con il tapin tiene i Knights al -3 e Tomasini mette il 29-30, poi però il tabellone si ferma per diversi minuti, dove si abbassa la qualità del gioco e si vedono solo errori, fino al gioco da tre punti di Zanelli che regala il primo vantaggio ai biancorossi sul 32-30.
Treviglio riprende a segnare con il canestro di Marino, anche se la doppia tripla di Pullazi e Toscano manda i Knights sul 38-32.
Dopo il minuto di Vertemati, Easley e Planezio finalizzano il 0-4 dei biancoblu, infine Zanelli e Marino chiudono il quarto sul 41-40

All'intervallo, presentazione di tutte l squadre ABA, settore giovanile d'eccellenza creato dalla collaborazione con la Sangiorgese Basket.

Alla ripresa del gioco, Zanelli segna subito due liberi del +3 Legnano, ma Easley infila due canestri in fila prima di un super alley-oop tra Raivio e Mosley che gasa notevolmente il pubblico del PalaBorsani.
Marino mette il canestro per il BluBasket riportando in scia i suoi, ma la rubata e contropiede solitario di Zanelli tiene avanti i Knights con un possesso pieno di vantaggio.
Poi i canestri di Martini, Mosley e la tripla di Zanelli, lanciano Legnano sul 56-46; Vertemati corre ai ripari con i timeout, ma Maiocco ruba e va in contropiede per il +12 in un “magic moment” biancorosso.
Legnano ha in mano l’inerzia della gara, Treviglio ci prova con 5 punti di Planezio, prima dell’uno conto uno vincente di Raivio del 60-51, risultato finale anche del terzo quarto di gioco.

L’ultimo periodo è aperto dal fallo antisportivo di Planezio, che Zanelli converte con un libero e Raivio con l’appoggio del 63-51, abbrivio di un altro break legnanese.
Raivio segna un jumper in svitamento, poi ne fa uno simile anche Martini e la FCL vola sul 67-51 che diventa 70-51 con la tripla di Zanelli che fa esplodere il PalaBorsani.
Zanelli e Raivio segnano ancora dall'arco e, anche se Easley appoggia da vicino, Legnano è già sul 76-54
Da lì in poi non c’è più partita, i coach svuotano le panchine e all’ultima sirena il punteggio finale è 81-58.

Un derby iniziato male per i Knights, ma finito benissimo. Dopo uno sbandamento iniziale con percentuali faraoniche di Treviglio, Legnano ha saputo lavorare bene in difesa facendo perdere progressivamente certezze alla BluBasket, fino ad un secondo tempo di livello assoluto, che ha regalato la vittoria ai biancorossi, terza in fila, in questa difficile settimana con 3 gare in 7 giorni.
Un ottimo viatico per l’ultimo terzo di campionato che porterà i Knights a dei probabili playoff.
Giornata 22dom 18/02/2018 18:00Viola Reggio Calabria - Legnano Basket Knights75-61
PalaPentimele - Località Pentimele - REGGIO CALABRIA (RC)
Lunga trasferta a Reggio per i Knights che incontrano una Viola, leggermente ritoccata rispetto all’andata (Carnovali per Passera), con un ottimo "passo" nell’ultimo periodo di campionato.

La partita si fa subito interessante per i Knights che colpiscono con due tiri in sospensione di Mosley, come risposta dell’appoggio dell’ex Pacher.
Zanelli da un primo allungo con la tripla del 2-7, poi replica Pacher con la schiacciata, ma due triple in fila di Raivio portano i Knights sul 4-13.
Toscano allarga il gap con l’appoggio in entrata, anche se la Viola si desta con la tripla di Baldassarre del 7-15
Il finale del quarto è ancora nero-arancio con i canestri di Pacher e Rossato per il 14-15 del 10’.

Pullazi apre il secondo quarto con l’appoggio da sotto, Benvenuti con la schiacciata in contropiede e Raivio con il classico tiro dall’angolo sull’uscita dalla rimessa da fondo.
Roberts e Pacher agganciano e sorpassano i Knights sul 20-19 e, anche se Martini segna al volo, il 5-0 di Roberts fa scattare Ferrari a chiamare il timeout sul 25-21.
Al rientro Tomasini e Rossato segnano da tre, Toscano dalla lunetta, e la gara rimane in sostanziale equilibrio.
I Knights ci provano ancora con la tripla di Pullazi e il jumper di Raivio per il 30-31, ma il tempo si chiude con un leggero vantaggio per i padroni di casa sul 40-37, dopo i canestri di Caroti e Baldassarre da 3, intervallate dal canestro di Raivio, l’appoggio di Pacher e la tripla di Tomasini.

Pacher e Roberts aprono subito la ripresa con i canestri del 44-37, poi Mosley si svita sulla linea di fondo e Pacher continua nel suo personale show per il 46-39 che da di nuovo il massimo vantaggio alla Metextra.
Maiocco prova a suonare la carica con l’appoggio del 47-41, anche se Baldassarre ha idee diverse e lo dimostra con l’ennesima tripla della sua partita.
Martini segna in palleggio arresto e tiro, Maiocco da 3, e i Knights si rifanno sotto sul 50-46, che diventa 50-48 con l’appoggio di Mosley su assist di Toscano, ma questo è il massimo che Legnano riuscirà a fare.
Alcune azioni imprecise sporcano l’estetica di una gara piacevole che dopo 30’ è sul 56-48 con 5 punti finali di Roberts.

Al primo possesso dell’ultimo periodo, Roberts segna ancora dal campo con Raivio che torna fa correre il suo tabellino.
Rossato, Pacher e Fabi infilano un nuovo parziale di 6-0 che fa sprofondare i Knights sul 66-52, con Ferrari a ricorrere di nuovo al timeout, ma i Knights sprecano troppe occasioni con palle perse non forzate e, sull’antisportivo di Martini, Rossato segna i liberi del 70-52 e Baldassare da sotto il 72-52 che chiude definitivamente la partita.
Gli ultimi 3’ di gioco servono solo per le statistiche e il risultato finale che sarà 75-61

Un buon inizio per Legnano che poi ha però sprecato troppi palloni, sbattendo ripetutamente contro la difesa di Reggio Calabria, brava ad assorbire il primo colpo dei Knights e poi a reagire con un grande Baldassarre e la conferma che AJ Pacher è un realizzatore continuo e solido per questo campionato.
La fisicità reggina non è stata pareggiata dai Knights che ci hanno provato, ma non trovando mai il feeling con il ritmo della gara.
Prossima settimana densa di appuntamenti con la BCC CUP giovedì 22 e la gara molto difficile con Trapani in casa domenica prossima.
Giornata 23dom 25/02/2018 18:00Legnano Basket Knights - Pall. Trapani82-63
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Legnano ospita Trapani per la 23^ giornata del campionato di A2 girone Ovest, in una sfida che risultata importante in ottica playoff. Entrambe le squadre al completo, con qualche fastidio per Tomasini e Martini sulla sponda legnanese.

La partenza è di firma granata con la tripla di Viglianisi a sbloccare il tabellone dallo 0-0, anche se poi ci vogliono quasi altri 3’ minuti per vedere il canestro di Mosley e il long-two di Jefferson per il 2-5 poco prima della metà del quarto.
Raivio segna da due, Mosley in avvicinamento e Legnano coglie il primo vantaggio sul 6-5.
Trapani prova a fuggire con i centri di Perry, ma Martini tiene il distacco legnanese ad un solo punto dalla Lighthouse sul 8-9
Prima della fine del quarto c’è il tempo per due punti di Pullazi, tre di Raivio, l’alley oop tra Tomasini e Mosley e i liberi di Mollura del 15-11.

Raivio apre il secondo quarto con la tripla del +5 Legnano, ma la risposta di Simic è immediata da sotto con le due squadre che tentano di alzare i ritmi di una partita piacevole.
Una bella azione di Tomasini in contropiede e un suo gioco da 3 punti in post basso contro Jefferson, portano Legnano al primo vantaggio in doppia cifra sul 23-13, ritoccato sul 26-13 dalla tripla di Pullazi che capitalizza un tecnico a Ducarello.
Renzi blocca con l’appoggio da sotto il break legnanese e Viglianisi firma il contropiede del 26-17 che fa correre subito Ferrari al timeout.
Al rientro in campo, il parziale siciliano rimane aperto con la tripla di Testa, i liberi di Jefferson, fino all’appoggio di Zanelli da sotto del 28-22.
Jefferson e Martini firmano un personalissimo 6-5 che fa lievitare velocemente il punteggio sul 33-28, che diventa 35-28 con un mostruoso alley-oop tra Martini e Mosley, che suggerisce a Ducarello il timeout.
Poi Perry e Renzi segnano da vicino e il primo tempo si chiude sul punteggio di 35-32

Raivio apre il secondo tempo con la tripla e Martini con il jumper del 40-32; Renzi appoggia da sotto, ma Legnano distacca Trapani con la tripla ancora di Raivio del 42-34.
Viglianisi segna il libero, tuttavia uno svitamento a centro area di Maiocco avvicina i Knights alla doppia cifra di vantaggio, che si concretizza nuovamente con la penetrazione al ferro di Raivio del 46-35 che induce Ducarello alla sospensione; al rientro Zanelli segna da 3 e Ganeto da 2, con la FCL sempre avanti con carattere.
L’ennesimo alley-oop di Mosley e la tripla di Raivio danno una decisa spallata al match portando il punteggio sul 54-37; Perry segna dai liberi, ma la tripla di Toscano manifesta il momento di fluidità legnanese e le difficoltà di Trapani.
Tomasini appoggia al vetro tagliando in due la difesa di Trapani che sbanda vistosamente andando sul -20 del 59-39.
Il quarto poi si chiuderà sul 61-41 con i liberi di Mollura e Raivio.

L’ultima frazione si apre con un antisportivo di Pullazi che Jefferson converte con i liberi, anche se l’entrata di Martini al ferro tiene ancora i Knights sul +20
Mollura guadagna e trasforma due liberi, ma sul contropiede del 65-47 costruito da Zanelli e Raivio, Ducarello deve ancora fermare la partita con il minuto di sospensione.
Ganeto segna il canestro del -15 per la Lighthouse, che rimane tale anche dopo le triple di Zanelli e Perry.
Un bel assist di Raivio per Pullazi allarga di nuovo il gap, anche se i canestri di Ganeto e Renzi e lo spruzzo di zona siciliana, cercano di tenere Trapani attaccata alla gara.
A 2’ dalla fine il canestro di Zanelli da centro area e la successiva tripla mettono il punto esclamativo alla vittoria della FCL che arriva alla fine con il punteggio di 82-63

Una vittoria maturata nel terzo quarto, dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, dove Legnano è anche andata sul +13, ma non ha avuto la necessaria concentrazione per mantenere un largo gap fino all’intervallo.
Decisamente meglio il secondo tempo quando, dopo l’accelerata del +20, i Knights non si sono più voltati e hanno concluso al meglio la gara senza patemi particolari.
Giornata 17dom 04/03/2018 18:00Cuore Basket Napoli - Legnano Basket Knights73-78
PalaBarbuto - Viale Giochi del Mediterraneo - NAPOLI (NA)
Recupero della 17esima giornata di campionato con Legnano ospite di Napoli che, nelle ultime settimane ha rivoluzionato il roster
La gara inizia con un un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Astori, capitano della Fiorentina, ricordato in tutti gli impianti sportivi

La partita vede Martini aprire le marcature con il tiro dal tre del 0-3; Legnano segna ancora con Raivio dall'arco e Napoli si sblocca da 2 con Thomas, in una gara piuttosto rapida
Napoli schiaccia con Caruso, ma anche Zanelli e Mosley confezionano l'alley-oop del 4-8, che diventa 4-12 con i canestri di Raivio, la schiacciata reverse di Mosley.
Mascolo segna in penetrazione, Raivio in arresto e il primo quarto va in archivio con il punteggio di 12-20 dopo i liberi di Turner, il contropiede di Martini, gli appoggi di Mascolo e Raivio, e i canestri finali di Turner e Mosley

Thomas riapre la gara con 5 punti in fila per il 17-20, Mosley però con un tiro da fuori e una schiacciata, respinge l'attacco partenopeo e riporta Legnano sul 17-24
Con il canestro di Raivio, la FCL si lancia sul 17-26 e, ancora con una sua tripla, va per la prima volta in doppia cifra di vantaggio sul 17-29, che viene rimpolpato dal bel movimento di Tomasini in avvicinamento.
Dopo il minuto di sospensione di Bartocci, Thomas segna da tre, Pullazi da sotto, e la gara scorre velocemente verso la sua metà
Turner la infila da tre, Caruso concretizza un gioco da tre punti, mentre Legnano deve un po' prendere le misure sulla zona napoletana ma, prima della seconda sirena, Zanelli fissa da tre il 25-39, poi un altro alley-oop con Mosley, chiude il quarto sul 27-43

Martini riparte con la penetrazione, Zanelli e Mosley con il terzo alley-oop della serata e sulla risposta di Turner, il tabellone segna 31-44.
Raivio penetra al ferro, Mascolo schiaccia il 33-51, e con i liberi di Martini, la FCL raggiunge il massimo vantaggio sul 33-53.
Mascolo e Turner provano a dare una scossa a Napoli con il parziale di 4-0 del 38-53, ma i liberi di Mosley, buttano subito acqua sul fuoco napoletano.
L’antisportivo su Tomasini, viene convertito dai suoi liberi e dallo spettacolare dietro schiena di Raivio per la schiacciata di Mosley.
Vangelov, segna da sotto, ma i Knights riescono ad andare in contropiede con Toscano per riportarsi sul +20 del 41-61 quando mancano 2’10” alla fine del terzo periodo.
Mascolo fa 1/2 dalla lunetta, ma Napoli fatica in attacco, mentre Legnano è fluida e segna ancora da 3 con Raivio, con il terzo quarto che si chiude sul 44-64

Ultima frazione abbastanza accademica che inizia con l’appoggio in contropiede di Raivio, la tripla di Turner e un ritmo piuttosto compassato.
Turner segna dalla lunetta per tre volte, con Legnano a muovere il tabellone da tre con Maiocco, prima del contropiede di Turner del 52-69
Vangelov segna in avvicinamento, Martini dai liberi e la gara continua ancora, con un contropiede legnanese di Tomasini, la tripla di Maiocco, gli appoggi di Mastroianni e i due coach che iniziano a svuotare le panchine.
Sull’antisportivo di Tomasini, Napoli accorcia con i liberi e il gioco da tre punti di Caruso fino al 62-78. Ancora Caruso converte un gioco da tre punti del 63-78, poi
Thomas infila il -10 e Caruso i liberi del -8, ma con 1’08” alla fine, Legnano chiude controllando gli ultimi palloni sul 73-78

Vittoria dei Knights ridimensionato nel finale da una Napoli che ci ha provato fino in fondo, ma il solco scavato dopo la metà della gara è risultato poi decisivo per il finale.
Vittoria che lancia Legnano al secondo posto in classifica, prima di una sfida difficilissima a Tortona, fresca vincitrice della Coppa Italia di A2
Giornata 24dom 11/03/2018 18:15Tortona Basket - Legnano Basket Knights87-67
PalaOltrePo - Via I°Maggio ang. Mart.Libertà - VOGHERA - (PV)
Knights ospiti di Tortona, fresca vincitrice della Coppa Italia di A2, e in un trend positivo nelle ultime giornate di campionato

Partenza lanciata per la Bertram che va a segno con Sorokas e Stefanelli per il 9-0, che costringe subito coach Ferrari al primo timeout di giornata.
Legnano si sblocca con Mosley, ma Tortona segna ancora da 3, prima dei primi due punti di Raivio; Maiocco e Tomasini portano il risultato sul 12-8 per la formazione piemontese, anche se Stefanelli infila un'altra bomba, prima di un nuovo canestro di Raivio.
Con il gioco da 3 punti di Mosley, la FCL si avvicina e poi pareggia con Zanelli, che segna anche il libero che da il primo vantaggio a Legnano sul 15-16, poco prima della fine del quarto.

Gergati mette a segno un tiro libero riportando il punteggio alla parità; la tripla di Johnson riporta Tortona al momentaneo vantaggio, ma il nuovo soprasso dei Knights arriva con i tre liberi messi a segno da Toscano.
La gara scorre veloce senza troppi tatticismi e dopo i due punti di Sorokas e la bomba di Toscano il parziale del match è di 21-24 per la FCL. Con il passare dei minuti, arrivano altri due punti per Tomasini e Raivio, fronte Legnano, e Jonhson, per Tortona, per un match fin qui equilibratissimo. Il tiro pesante di Zanelli, quando mancano 3' alla fine del secondo quarto, porta la gara sul 25-31 e costringe coach Pansa a chiamare il minuto di sospensione. Le bombe di Spanghero e Garri accorciano le distanze per la squadra di casa che si porta sul -2. I Knights replicano con Raivio e Martini da due punti, poi ci sono altri due punti per Garri e, con i 2 liberi realizzati di Mosley, si chiude la prima metà di gara sul punteggio di 33-37 per la FCL.

Secondo tempo che inizia con i punti di Sorokas e la bomba di Garri che portano al sorpasso di Tortona. L'Alley-oop tra Mosley e Zanelli spezza il ritmo alla Bertram che però va a segno da 3 con Sorokas e Spanghero che portano al +5 i padroni di casa. I due punti di Martini e Raivio accorciano le distanze, ma Spanghero e Johnson mettono altre due triple che costringono coach Ferrari a chiamare il time out sul punteggio di 50-43. La sparatoria piemontese continua con un'altra bomba di Johnson che manda per la prima volta Derthona alla doppia cifra di vantaggio.
Una tripla di Garri e una di Pullazi portano il punteggio sul 58-46, simile al 63-51 che chiude i primi 30' di gioco.

Quarto periodo che si apre con il parziale legnanese costruito dalla bomba e due punti di Pullazi, la bomba di Zanelli e il centro di Maiocco che portano Legnano sul -2 del 63-61.
Dopo il timeout di Pansa, Tortona segna da 3 con Stefanelli e Sorokas, e apre un contro-parziale che spezza le gambe a Legnano, che non riuscirà più ad avvicinarsi.
Garri allunga sul +13 per Tortona, poi Johnson firma i punti del +20 e con poco meno di 3' alla fine, possono già partire i titoli di coda.
Con il libero realizzato da Tomasini si chiude la gara con il punteggio di 87-67 per Tortona, che così vince la settima sfida consecutiva contro Legnano e la sua ottava nelle ultime nove giocate.

Risultato che penalizza anche un po' troppo i Knights che hanno giocato una buona partita, ma si sono trovati davanti una Tortona in formato deluxe che ha chiuso con 16/33 da 3 (48%), tirando 11/17 nel secondo tempo.
Una punizione severa, da valutare però serenamente come ha poi detto Mattia Ferrari in conferenza stampa, nella preparazione dei prossimi appuntamenti dei Knights.
Giornata 25dom 18/03/2018 18:00Legnano Basket Knights - Eurobasket Roma99-85
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Knights che ospitano l'Eurobasket Roma, profondamente rinnovato rispetto all'andata, e lo fanno con l'handicap dell'assenza di capitan Maiocco, fermo per un dolore alla mano destra.

Gara subito vibrante, che inizia con la tripla di Pullazi, i liberi di Mosley e un semigancio in area ancora di Pullazi per il 7-0 iniziale.
Sims sblocca Roma, ma il jumper di Raivio tiene Legnano avanti di 7 punti; Sims e Raivio si scambiano un personale 6-4 che, con il canestro di Deloach, fa lievitare il punteggio sul 13-8
Il gioco da tre punti di Tomasini, lancia i Knights sul 16-8, e con i punti di Toscano, la FCL allunga ancora fino al 22-11
Fanti e Piazza interrompono il break legnanese, ma i biancorossi chiudono avanti dopo il primo quarto per 28-17, con un ultimo incredibile canestro di Zanelli.

Brkic apre la seconda frazione, poi i punti di Sims e ancora di Brkic, inframezzati da quelli di Raivio e Zanelli, portano il tabellone sul 33-24, prima della bomba di Martini, che lo sblocca a livello personale, e riporta Legnano al massimo vantaggio fino a quel momento della gara, con 14 punti di scarto sul 38-26
Nove punti combinati con i liberi di Pierich e le triple di Venuto e Casale, fanno scendere il vantaggio biancorosso, tuttavia ci pensano Mosley e Raivio con sei punti di coppia in avvicinamento, a tenere le distanze in doppia cifra sul 44-33
Pierich segna da tre così come Piazza, per il 44-40, rimodellato dal canestro di Toscano che fissa il definitivo 46-40 dopo 20' di gioco.

L'apertura della terza frazione passa per i canestri di Deloach e Pullazi, le bombe di Zanelli e di Sims, che fanno correre il tassametro sul 51-45 per i Knights in poco meno di 2' di gioco.
Sims segna ancora da tre per il -3 di Roma e, dopo poco, con il gioco da tre punti di Deloach, Roma si fa sotto sul -2, minimo svantaggio dall'inizio della gara.
A questo punto però Legnano piazza un break "spacca gambe" di 14-2, che risulterà decisivo per la vittoria finale.
Raivio da tre, Mosley con il libero, Zanelli con la tripla, Pullazi con il semigancio, Zanelli da 2 e Martini con la bomba, lanciano i Knights sul 67-53.
Piazza ci prova con 4 punti ad inizio e fine break biancorosso, ma con i successivi canestri di Toscano, Legnano chiude avanti in sicurezza per 74-59 anche il terzo quarto.

Ultimo periodo piuttosto accademico con Legnano che scappa subito sul +22 e poi amministra il vantaggio fino alla fine, senza che Roma si avvicini mai pericolosamente.
Da segnalare sicuramente un bel canestro acrobatico di Mosley imbeccato da Zanelli, un assist no look di Toscano per Raivio per il +20 Legnano sul 88-68 e poi la bomba di Toscano del 91-70 che, con 4'50" alla fine della gara, sembra il punto esclamativo sulla vittoria finale.
Negli ultimi possessi, Deloach e Sims provano ad arginare la valanga biancorossa, ma la penetrazione di Tomasini, tiene i Knights avanti senza particolari problemi.
Un antisportivo su Piazza, permette a Roma un mini-break di 0-4, che diventa di 0-6 con il jumper ancora di Piazza, ma Legnano ormai è largamente avanti nel punteggio e va in amministrazione controllata fino alla fine, vincendo per 99-85.

Una partita che si presentava difficile senza Maiocco e con Martini e Mosley gestiti durante la settimana di allenamento, e quindi non in forma perfetta.
Una vittoria quindi, ancora più importante che permette ai Knights di guardare con ottimismo alla prossima gara, la sfida in trasferta per il secondo posto contro Scafati di settimana prossima.
Giornata 26dom 25/03/2018 18:00Basket Scafati - Legnano Basket Knights77-64
PalaMangano - Via Della Gloria - SCAFATI - (SA)
Sfida di alta classifica per i Knights che sono ospiti della Givova Scafati al PalaMangano, con però le pesanti assenze di Maiocco e Martini.

Gara che si presenta da subito in equilibrio con le triple di Zanelli e Santiangeli ma senza troppa precisione, infatti, dopo il secondo canestro di Zanelli, il punteggio rimane per diversi minuti sul 3-5, fino al nuovo centro di Lawerence per il 6-5 dopo 4'30" di gioco.
Raivio mette i liberi e il gioco da tre punti del 7-10, mentre Stefano Spizzichini i punti del 9-10, in una partita che stenta a decollare.
Raivio infila il fadeaway, ma Legnano spreca qualche pallone di troppo e Santiangeli e Stephens la puniscono da tre per il 16-12 a poco più di 2' dalla prima sirena.
Ferrari chiama timeout e, al rientro in campo, Zanelli infila un libero, tuttavia la Givova allunga con i canestri di Santiangeli e Romeo per il 20-13 dopo i primi 10' di gioco.

All'inizio della seconda frazione, Raivio va subito a segno, ma Ammannato da tre e l'antisportivo fischiato a Toscano, convertito in 2 punti da Scafati, fanno sprofondare la FCL sul 25-15.
Tomasini prova a dare una scossa con il jumper del -8, poi Toscano arriva facilmente al ferro, e Perdichizzi ferma la gara per ragionarci sopra un po'.
Al rientro è ancora Tomasini a segnare da 3 per il -3 Legnano, ma Scafati riallunga sul 30-22 con Spizzichini e Lawerence, prima di un antisportivo su Tomasini, che lo stesso Tomasini trasforma in 2 tiri liberi.
Spizzichini segna un libero, con le triple di Raivio a inframezzare il canestro di Crow, i Knights sono però ancora sul 33-30, con il quarto che poi si chiuderà sul 37-32

Zanelli riapre il match con la tripla del -2, pareggiata immediatamente da Santiangeli, in una gara che la FCL fa fatica a mettere sui propri binari.
Lawrence si guadagna e trasforma il libero del 41-35, ma un'inusuale jumper dalla media di Mosley, tiene ancora vicini i Knights, con gli arbitri che spezzettano oltre modo la gara con continui fischi fin troppo fiscali da entrambe le parti.
Tomasini infila la tripla centrale del 41-40, tuttavia Spizzichini riallontana i biancorossi con l'appoggio da sotto; Toscano firma il nuovo -1 e Lawrence il -3, in un continuo elastico che si allunga e si accorcia ad ogni possesso.
Tomasini, Ammanato e Toscano fanno correre il tabellone sul 47-46, prima della tripla di Lawrence e i liberi di Pullazi del 50-48.
Tomasini pareggia dall'angolo, poi Santiangeli arriva di forza al ferro e Ammannato appoggia con il quarto si chiude sul 56-55, dopo la bomba di Roveda, i liberi di Lawrence e l'appoggio finale di Toscano.

Spizzichini mette subito il jumper dalla media, così come Raivio per una gara di grande equilibrio.
Spizzichini segna da tre, Raivio da due, ma i 6 punti di Romeo e Lawrence, rilanciano Scafati sul 67-59, dando in mano ai campani l'inerzia della gara.
Inevitabile il timeout di Ferrari, dal quale i Knights escono malissimo con l'antisportivo di Raivio, che costa però alla FCL "solo" il libero di Lawrence del 68-59.
Mosley schiaccia su assist di Tomasini, poi segna dalla lunetta e con il canestro da sotto di Pullazi, i Knights si ritrovano sul 68-64, ma in regime di bonus.
Gabriele Spizzichini, infatti, infila dai liberi il +5 Scafati, ma è con la tripla di Lawrence del 72-64, che la Givova, con poco meno di 2' da giocare, chiude virtualmente la gara che poi finirà 77-64.

Una buona gara per più di tre quarti dei Knights, nonostante le assenze e quindi le poche rotazioni a disposizione di coach Ferrari, fiducioso per le prossime partite, ma preoccupato per il possibile lungo stop di Martini e Maiocco.

Giornata 27sab 31/03/2018 18:00Legnano Basket Knights - Fortitudo Agrigento85-81
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Partita delicata per i Knights che devono ancora fare a meno di Maiocco e Martini e affrontano una Fortitudo Agrigento in cerca di punti importanti in ottica playoff.

Apre Ambrosin e, nell'azione dopo, un contatto fortuito tra Mosley e Zilli provoca un taglio all'orecchio del giocatore siciliano, le cui cure rallentano i primi minuti di gioco
Alla ripresa Tomasini segna dalla lunetta, ma la tripla di Ambrosin tiene Agrigento avanti fino alla penetrazione ancora di Tomasini del 4-5
Cannon segna da 2, tuttavia Pullazi la infila da tre e la FCL pareggia sul 7-7, e anche se Evangelisti segna da tre, Tomasini è ispiratissimo e segna ancora 2 punti da sotto, fino alla nuova tripla di Evangelisti
Raivio si sblocca, Pullazi segna dal mezzo angolo, tuttavia il gioco da tre punti di Ambrosin lascia Agrigento avanti di un possesso pieno sul 13-16
Raivio la mette da tre, Mosley da sotto e Zanelli dalla lunga, per una Legnano che va sul 21-18 con i punti di Evangelisti a tenere in scia la Moncada
Il finale del quarto è di Williams che va a segno con 5 punti, Mosley con due e il tempo si chiude sul 23-25 dopo i liberi di Lovisotto.

Tomasini infila il libero del -1, Pepe e Lovisotto quelli del 24-29, con la partita piuttosto spezzettata dai fischi arbitrali
Williams e Cannon allungano con i punti del 24-32, ma Toscano e Zanelli avvicinano i biancorossi sul -3; Raivio segna l'arresto del 33-34, anche se Agrigento continua ad essere spigolosa per Legnano che non trova fluidità di gioco
Evangelisti e Raivio, Zilli e Mosley tengono il distacco invariato, poi Pullazi mette la tripla del 40-40, e Williams quella del 40-43, con il quarto che si chiude sul 45-46 dopo la bomba di Pullazi e il canestro di Cannon

La ripresa parte bene per Legnano con i punti di Zanelli e Mosley che mandano avanti i Knights dopo lunghi minuti; Agrigento ribatte con i canestri di Evangelisti e Williams fino al 54-56.
Zanelli segna il libero del 55-56, ma il gioco da tre punti di un chirurgico Evangelisti, fa scappare Agrigento, con Legnano che si rilancia con la penetrazione di Zanelli e i punti di Toscano del nuovo pareggio sul 59-59.
Zilli e Toscano si scambiano 4 punti a testa, poi Evangelisti arriva dal fondo al ferro, Mosley svetta a rimbalzo offensivo e appoggia il 65-65, prima del 65-67 firmato da Ambrosin.

Il punteggio nel quarto quarto si sblocca solo dopo 2' abbondanti con il jumper di Pepe, a cui mette una pezza l'appoggio di Mosley che tiene vicine la due squadre, ma i canestri latitano e dopo quasi 5' il punteggio è ancora sul 67-69.
Raivio segna la tripla del 70-69, Zanelli quella del 73-69 e Ciani deve per forza chiamare timeout con 4'55" da giocare sul 73-69.
Al rientro, Evangelisti segna i liberi, Raivio il jumper e i liberi del 77-71, ma con i liberi di Zilli, Agrigento rimane in partita.
Raivio punisce ancora dalla lunetta, la penetrazione di Williams e il suo libero, però, tengono Agrigento sul 79-76.
Con 35" da giocare, Raivio arriva al ferro per il 81-76, e dopo l'inevitabile timeout di coach Ciani, Cannon recupera i liberi del 81-78, ma con i liberi finali di Zanelli e Raivio, inframezzate dalla tripla siderale di Pepe, Legnano vince per 85-81.

Una vittoria fondamentale per i Knights che conquistano matematicamente i playoff, e si scrollano di dosso un po' di pressione dovuta alla situazione infortuni, non particolarmente felice.
Infatti Martini dovrà essere operato alla caviglia e chiude così anzitempo la sua stagione, visto che si parla almeno di 2 mesi di stop; per Maiocco, invece, ci saranno ancora almeno 2-3 settimane di riposo.
Giornata 28dom 08/04/2018 18:00Mens Sana Siena - Legnano Basket Knights90-85
Palaestra - Viale A. Sclavo, 12 - SIENA (SI)
Partita come sempre suggestiva per i Knights che vanno a Siena, città legata per diversi motivi a Legnano, non ultimo per il tradizionale del Palio.

La partita si apre con i primi due punti di un Mosley che giocherà in maniera stratosferica, anche se la risposta arriva subito da Vildera che mette a segno i primi due punti per la formazione di casa. Dopo due minuti, Raivio si sblocca con la prima bomba di Legnano; arriva anche la prima tripla per Siena messa a segno da Kyzlink, con la successiva risposta di Tomasini dall'arco. La gara scorre piacevole e veloce in maniera equilibrata e, a metà di quarto, il punteggio è di 9-10 per la FCL. Le bombe di Tomasini e Zanelli, e i punti di Kyzlink, Sandri e Saccaggi animano una partita di "botte e risposte" tra le due squadre. Un bellissimo alley-oop tra Mosley e Pullazi sigla il nuovo vantaggio della FCL ed, entrati nell'ultimo minuto del primo quarto, ci sono due punti di Vildera e la bomba di Kyzlink per Siena e un altro alley-oop perfetto tra Mosley e Roveda per Legnano. Il primo quarto finisce poi con un canestro allo scadere di Saccaggi del 25-21 per la Soundreef

Il secondo quarto inizia subito con una bomba di Borsato e la risposta dall'area di Pullazi, poi due punti di Ebanks e Pullazi, prima che Roveda commetta un fallo antisportivo ai danni di Saccaggi, che costringe coach Ferrari a chiamare il time out con Siena a +5. Con i punti di nuovo di Pullazi e di Mosley, i Knights si portano a -1 e costringono questa volta coach Mecacci a chiamare il minuto di sospensione, quando siamo a metà del secondo quarto. Ma nella seconda metà della frazione, le bombe di Sandri e Kyzlink e il canestro valido di Ebanks su fallo di Tomasini riportano di nuovo in largo vantaggio la Mens Sana. Con i due liberi realizzati da Raivio e da Simonovic, si va all'intervallo con la schiacciata di Mosley proprio allo scadere, sul punteggio di 45-40 per Siena.

Si riparte con due palle perse dei Knights e i canestri di Sandri ed Ebanks che costringono la panchina di Legnano a chiamare subito la sospensione. In uscita dal timeout, ci sono 4 punti per la FCL realizzati da Mosley e Raivio, ma la bomba di Kyzlink, i liberi di Ebanks e Vildera portano Siena sul +10. Non bastano, però, la bomba di Raivio e i 6 punti di Zanelli ad accorciare le distanze, perché i padroni di casa allungano ancora con un parziale di 7-0, con i canestri dall'area di Kyzlink, Saccaggi ed il gioco da tre punti di Ebanks. Quando si entra nell'ultimo minuto di gioco della terza frazione, Ebanks va a segno da tre punti mentre Borsato e Mosley dall'area. Il quarto finisce dopo un fallo antisportivo fischiato ai danni di Zanelli che mette a segno i due tiri liberi concessi e il canestro di Toscano, sul punteggio di 74 a 61.

L'ultima frazione di gioco si apre con i punti di Vildera, ma il buon break legnanese con i canestri di Mosley, la bomba di Pullazi e ancora il canestro di uno scatenato Mosley, induce coach Mecacci a chiamare il minuto di sospensione.
La bomba di Tomasini riporta Legnano sul -10 quando mancano 5 minuti al termine della gara; poi Raivio segna da due, ma Kyzlink da tre punti sullo scadere dei 24 secondi e la Mens Sana non lascia troppi spazi a Legnano per avvicinarsi. I Knights ci riprovano con il canestro di Mosley, il canestro su rimbalzo offensivo di Raivio e Pullazi ci mette del suo andando a segno dall'area.
La panchina di Siena è di nuovo costretta al timeout, quando mancano poco meno di due minuti di gioco e la FCL si è portata sul -6. L'ultimo minuto di gioco è caratterizzato dal fallo sistematico che lascia qualche speranza a Legnano e mette un po' di paura a Siena che però riesce a vincere con il punteggio di 90-85

Una gara che Legnano ha ben interpretato, ma in cui si è dovuta arrendere al 50% da tre punti di Siena e ad alcune giocate di Kyzlink e Ebanks nei momenti importanti della gara.
Legnano ha retto con un grande Mosley e altri 4 uomini in doppia cifra, ma come spesso nelle ultime settimane, le scarse rotazioni hanno portato i Knights con il fiato corto in alcuni momenti della gara.
Giornata 29dom 15/04/2018 18:00Junior Casale Monferrato - Legnano Basket Knights64-59
PalaFerraris - Via Visconti, 16 - CASALE MONFERRATO (AL)
Penultima giornata di stagione regolare con i Knights ospiti di Casale, capolista in pratica da inizio stagione. Piemontesi senza Marcius, Legnano senza Maiocco, Martini e Gazineo.

Il match inizia subito con i primi due punti di Tomassini, mentre la risposta di Legnano arriva con Mosley e poi con Tomasini con la prima tripla di giornata.
Dopo i punti di Mosley e Raivio, la FCL inizia ad alzare il ritmo di una partita fin dai primi minuti molto tosta. È di Sanders il primo canestro dall'arco della Junior, che cerca di accorciare le distanze, ma con i due punti di Mosley e Pullazi la FCL si porta sul 9-14 quando siamo a metà del primo quarto. Al PalaFerraris si alza la temperatura per alcune decisioni aribitrali e ci sono per Casale le bombe di Sanders, Martinoni e Blizzard e le risposte dall'area di Pullazi e Tomasini che chiudono la prima frazione di gioco sul 19-22 per i Knights.

La seconda frazione di gioco si apre con due punti di Severini e la tripla di Denegri che segnano il primo vantaggio della Novipiù. Zanelli mette a segno i due liberi dalla lunetta e coach Ramodino è costretto a chiamare il primo timeout della partita. Dopo la tripla Severini e i due punti di Denegri, è coach Ferrari a chiamare il minuto di sospensione quando siamo sul 28-24 per i padroni di casa. Alla tripla di Martinoni risponde Toscano con 4 punti in fila e, quando mancano poco meno di cinque minuti alla fine della prima metà di gioco, c'è la bomba di Pullazi del 34-31.
Martinoni va a segno dall'arco e Tomasini risponde mettendo a segno tre punti. Entrati nell'ultimo minuto di gioco, Pullazi e Sanders segnano dall'area portando la partita all'intervallo sul 43- 37 per i padroni di casa.

La seconda metà di gioco è dai ritmi decisamente più intensi, con meno canestri realizzati ma maggior fisicità. I punti di Martinoni e la tripla di Zanelli mantengono gli equilibri delle due squadre; poi alla bomba di Blizzard, risponde sempre Zanelli, mentre Toscano accende gli animi dei tifosi arrivati da Legnano, con la successiva tripla. Zanelli infila un gioco da 3 punti che, con i due punti di Raivio arrivati proprio sullo scadere, chiude la terza frazione di gioco sul punteggio di 50 pari.

Le bomba di Tomasini e di Blizzard, aprono l'ultimo quarto di gioco. Ma dopo i due punti di Mosley da sotto canestro, coach Ramodino è costretto a chiamare timeout. Quando mancano cinque minuti alla fine del match, Denegri e Tomassini portano Casale sul 58-55, ma la bomba di Pullazi, tiene la FCL sul punteggio di parità.
Nell'ultimo minuto di gioco, c'è tempo per la bomba di Martinoni, il libero di Zanelli e il gioco da tre punti di Severini, che chiudono una grande partita sul punteggio di 64-59 per la Novipiù.

Gara in perfetto clima playoff, che è solo l'antipasto di ciò che succederà tra un paio di settimane. Ha avuto la meglio Casale, più in forma e più lucida nell'ultimo minuto, dove le scarse rotazioni di questo periodo dei Knights, hanno portato una brutta gestione degli ultimi palloni dovuta alla stanchezza.
Giornata 30dom 22/04/2018 18:00Legnano Basket Knights - NPC Rieti86-73
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Gara decisiva per Legnano e Rieti in ottica playoff: Legnano lotta per una posizione tra la terza e la quinta piazza, Rieti per un posto nelle fantastiche 8 del girone.
Legnano senza Maiocco e Martini, ma con gli altri in discrete consizioni di forma, Rieti senza Olasewere e La Torre.

Palla a due che premia Legnano, che va subito a segno da tre con Tomasini; sul ribaltamento di campo risponde Martin con la tripla ma ancora Tomasini da sotto realizza il 5-3 delle prime battute.
Hearst e Raivio infilano due jumper dalla media, ma la bomba di Hearst da il primo vantaggio a Rieti, che inizialmente sembra più sciolta.
Casini e Tommasini allungano sul 7-13 fino alla nuova bomba di un ispiratissimo Tomasini del -3 Legnano.
Il tiro pesante di Zanelli porta avanti Legnano sul 18-17, ma il finale è tutto reatino con un mini-break di 0-8 firmato da Casini, Tommasini e Conti per il 18-25 del primo quarto.

Toscano riapre con la tripla del -4, poi Savoldelli segna da 2 e la gara prosegue con Legnano che sembra in affanno e non molto brillante.
Hearst segna dal gomito, ma la tripla di Roveda e un suo libero, danno un po' di morale ai Knights che faticosamente cercano di rimettere la gara nei binari giusti partendo dalla difesa
Raivio mette il -2, Gigli riallunga l'elastico sul 27-31, ma i liberi di Mosley tengono in scia Legnano
Casini da due, l'alley-oop di Mosley e le bombe di Carenza e Berra, mantengono vicine le due squadre, così come il tap-in di Gigli e il libero di Raivio che fissano il 38-38.
La parità arriva fino al 45-45 dell'intervallo con Carenza, ancora Raivio dalla lunetta e Carenza dal campo, la bomba di Pullazi, il contropiede di Tomasini e quello finale di Conti.

La ripresa è riaperta dal canestro di Hearst da 2, pareggiato dal jumper di Pullazi, anche se la gara stenta a decollare visto l'importanza del risultato per entrambe le squadre.
Un'ingenuità legnanese regala a Rieti un canestro facile con Gigli, anche se la penetrazione di Raivio tiene ancora in pareggio la gara sul 49-49.
Pullazi spariglia con la tripla, ma il rimbalzo offensivo e canestro di Gigli non lascia scappare i Knights, in una gara che non trova un padrone.
Tomasini prende un tecnico per proteste che Rieti capitalizza con il libero di Casini, anche se con i liberi di Mosley, la FCL tiene la testa della gara con il 54-52, a poco più di 4'35" dalla fine del terzo quarto.
Tomasini infila il long-two del +4 Legnano, Tommasini la tripla del 56-55 e poi Gigli il tap-in del contro sorpasso dei laziali.
Zanelli la mette da lontano, Carenza la pareggia dalla lunetta con la tripla di Toscano e il canestro di Savoldelli che fissano il 64-61 del 30'

In apertura dell'ultima frazione, Toscano appoggia da sotto, Savoldelli da 3, per un quarto che si apre subito con un ritmo indiavolato, ma con Legnano sempre avanti per 66-64.
Un alley-oop tra Raivio e Mosley, e il canestro di Martin tengono il match in equilibrio, anche dopo il floater di Hearst
Con l'antisportivo fischiato a Tommasini, i Knights prendono in mano la gara: Zanelli infila il libero del pareggio sul 69-69 e Raivio la bomba del 72-69; successivamente un contropiede di Tomasini fa correre Rossi al timeout, però al rientro, Zanelli infila il 77-69, poi gli animi si scaldano con un fallo antisportivo su Zanelli, che Legnano trasforma in due liberi con Toscano per il primo vantaggio in doppia cifra sul +10.
Mosley stoppa Gigli, Tomasini mette i liberi del 81-69 e con 2' da giocare la gara sembra ben incanalata per Legnano.
Gigli ci prova ancora con i liberi del -10 per i suoi, ma Legnano ormai è in controllo e con la bomba di Tomasini mette il punto esclamativo su una gara che finisce 86-73

Grande gara dei Knights che è il manifesto di un campionato giocato fino alla fine senza mai lasciarsi andare, nonostante le difficoltà e gli infortuni che hanno un po' minato la stagione biancorossa.
Un risultato che permette a Legnano di occupare per il secondo anno di fila il terzo posto in classifica e di giocare così il primo turno playoff contro Verona dell'ex Matteo Palermo.
Playoff - Ottavi 1lun 30/04/2018 20:30Legnano Basket Knights - Scaligera Verona85-87
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Verona conduce la serie per 1-0

La gara1 degli ottavi dei playoff di LNP, vede Legnano contro Verona, squadra storica della pallacanestro italiana nel cui roster c'è anche Matteo Palermo, ex play dei Knights nelle ultime due stagioni.

La partita inizia con la contesa vinta da Mosley, ma i primi tre punti sono di Poletti per il primo vantaggio veronese.
Pullazi strappa da sotto e realizza i primi punti dei playoff biancorossi, mentre il primo vantaggio è firmato dall'arco da Zanelli.
Udom e ancora Pullazi segnano da sotto, ma con la doppia tripla di Jones, Verona torna in vantaggio per 7-10.
La gara è molto intensa e soprattutto veloce, così anche Raivio si sblocca dopo il centro di Amato, per il 12-13 dopo 4'30" di gioco.
Poletti schiaccia a difesa schierata, Amato segna da centro area e la Tezenis allunga fino al 12-17, che diventa 14-17 con il jumper in angolo di Raivio.
Sul gioco da tre punti di Udom, Ferrari chiama il primo timeout della serie, ma al rientro la bomba di Greene allontana ancora i Knights sul 14-23.
Mosley blocca il break Veronese appoggiando da sotto, e con il gioco da tre punti di Toscano, i liberi di Jones e l'appoggio finale di Mosley si chiude il primo quarto sul 21-27.

Il secondo quarto inizia con una schiacciata volante di Mosley e la penetrazione di Palermo ma poi il tabellone rimane fermo sul 23-29 per quasi 3', fino alla tripla di Zanelli che riporta a -3 i Knights.
Anche la Scaligera si rianima con la tripla di Poletti, Legnano segna un libero con Mosley, ma l'impressione è che Verona abbia più ritmo e sangue negli occhi, ribadito anche dalla tripla di Amato.
Poco dopo la metà del quarto, Mosley segna un inusuale jumper per il 29-35, poi Zanelli arriva al capolinea per il -4, tuttavia i liberi di Poletti tengono i gialloblu ad un ampio margine di sicurezza.
Amato segna ancora dalla lunghissima distanza il +8 Verona e Ferrari deve fermare ancora la partita.
Udom rientra segnando in sottomano la doppia cifra di vantaggio per i suoi, Mosley infila i liberi e la seconda frazione finisce sul 36-45, dopo l'ennesima tripla di Amato e i liberi di Tomasini.

Raivio apre da due la ripresa, ma le triple di Jones e Poletti permettono l'allungo veronese, fermato dalla doppia tripla di Zanelli del 46-53.
Poletti firma ancora il +10, Jones il +13 e quando mancano ancora 15' da giocare, la gara sembra già aver trovato una direzione netta.
Dopo il timeout di Ferrari, Zanelli continua il suo show da tre, ma Amato trova un'autostrada fino al ferro e il punteggio rimane sul 49-61.
Zanelli segna ancora da sotto e da fuori, anche se sul tap-in di Jones, Verona si trova ancora sul 54-66.
Sull'ennesima tripla di Zanelli (saranno 19 i suoi punti in questo quarto e 32 finali), Legnano va sul 58-68, che è anche il punteggio alla fine del terzo quarto.

L'iniziale tiro pesante di Tomasini riporta i Knights sotto la doppia cifra di svantaggio, ma poi il punteggio si inchioda sul 61-68 per quasi 4' minuti, fino alla bomba di Greene del nuovo +10 della Scaligera.
Raivio infila la tripla del nuovo -7, ma Legnano non riesce a superare questo scoglio e Poletti di forza mette da sotto il 64-73.
Mosley schiaccia su rimbalzo offensivo, tuttavia sulla tripla di Amato, la Scaligera sembra orientare pesantemente Gara1 verso il Veneto.
Toscano e Raivio infilano due triple per il 72-76, ma ancora Amato, questa volta dalla lunetta, riallontana la Tezenis sul 72-78.
Raivio segna ancora dalla lunga distanza il -3 e con 1' pieno da giocare la partita è ancora aperta.
Udom la mette da 3, Zanelli non sbaglia i liberi, ma ora ci sono solo 40" da giocare e il tabellone segna 77-81.
Amato si guadagna e segna i liberi del 77-83, Maiocco invece fa 1/2 e sulla tattica del fallo sistematico, Greene mette i punti della staffa per una gara che finirà 85-87

Verona ribalta subito il fattore campo e Legnano, come 12 mesi fa, è costretta ad inseguire da subito.
Mercoledì il secondo capitolo della serie ancora al PalaBorsani alle 20.30, per un match che Legnano non potrà permettersi il lusso di perdere, se vorrà ancora coltivare il sogno di passare il primo turno.
Playoff - Ottavi 2mer 02/05/2018 20:30Legnano Basket Knights - Scaligera Verona66-72
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Verona conduce la serie 2-0

Dopo 48 ore dall'ultima sirena di Gara1, sono di nuovo in campo Legnano e Verona per il secondo capitolo della serie.
Formazioni senza defezioni (Martini a parte), e stessi quintetti di partenza con Poletti, Amato, Udom, Greene e Jones per Verona; Zanelli, Tomasini, Raivio, Pullazi e Mosley per Legnano.

Gara2 inizia con i primi attacchi a vuoto, fino alla tripla di Greene e la schiacciata volante di Mosley ad animare il PalaBorsani.
Greene ne mette un'altra da lontano, Tomasini va di rovesciata su rimbalzo offensivo e Udom con la schiacciata per una gara che corre veloce come nella sua prima edizione della serie.
Zanelli crea scompiglio in area veronese, ma Jones schiaccia in campo aperto e Verona rimane avanti sul 6-10, fino alla seconda schiacciata volante di Mosley.
Mosley schiaccia per la terza volta in fila con assist di Zanelli, poi Udom appoggia da sotto e Verona mantiene un possesso pieno di vantaggio sul 10-13.
Mosley è decisamente presente e cercato dai compagni, così da guadagnare due liberi che portano la FCL al minimo svantaggio.
Ci pensa Jones a respingere le velleità legnanesi con la tripla centrale, e Amato con l'entrata al ferro del 12-18 che costringe Ferrari a chiamare il primo timeout della gara.
Al rientro in campo il possesso veronese viene trasformato in due punti da Udom, ma un gioco da tre punti di Raivio tiene i Knights attaccati alla gara sul 15-20.
Il quarto si chiude poi sul 15-22 con i liberi di Ikangi.

La seconda frazione si apre con la tripla di Jones e il libero di Mosley, la zingarata di Amato e il tiro da lontano di Zanelli per un tabellone che segna il 18-27 con 7'30" all'intervallo.
Mosley schiaccia ancora e fa esplodere il PalaBorsani, ma la tripla di Amato da per la prima volta un vantaggio in doppia cifra alla Tezenis sul 20-30.
Il libero di Toscano e il contropiede di Maiocco fanno prendere fiato ai Knights e, dopo il timeout veronese, Amato risponde con la tripla del 23-33.
Toscano va a segno ancora con i liberi, cosi come Amato, tuttavia con la tripla di Toscano, i Knights tengono ancora la scia gialloblu.
Pullazi infila i liberi del 30-35, Poletti quelli del 30-37 e il primo tempo si chiude sul 32-40 con il canestro di Tomasini in fade-away e la tripla di Totè.

Al rientro dalla pausa lunga, Greene segna da due, Tomasini da sotto, ma sull'ennesima tripla di Greene Verona tocca il +11.
Tomasini in palleggio arresto e tiro fissa il 36-45, Mosley continua il suo show aereo con due super schiacciate per il 40-45.
Però quando la FCL arriva sul più bello, Amato blocca il break legnanese con la tripla; successivamente, Pullazi segna da due e per la prima volta nella serie, Verona inizia a pasticciare in attacco non trovando la sua solita fluidità.
Zanelli punisce con la tripla dall'angolo per il 45-48, e poi con la penetrazione del -1, riaprendo del tutto una partita che sembra andare sui binari della prima gara.
Udom spezza il digiuno veronese, e con la tripla di Greene in transizione, Legnano da un calcio al secchio di latte riempito a fatica.
Dopo l'inevitabile timeout legnanese, gli ultimi possessi non portano punti a nessuno e il terzo parziale si chiude sul 47-53

Legnano riparte con Toscano, e l'appoggio da sotto di Maiocco del 51-53, ma Jones con il libero, Totè con la tripla, Greene da centro area e Jones con la schiacciata in contropiede, rimandano Verona sul +10 del 51-61.
Ferrari prova a invertire la rotta con il timeout a 5'23" dalla fine, ma il solco sembra piuttosto tracciato. Al rientro, Zanelli infila due liberi, Toscano vola in contropiede, Zanelli ne mette altri tre dalla linea della carità e l'elastico si riaccorcia sul 58-61.
Raivio segna da vicino il 60-62, ma i liberi in successione di Jones allontanano i Knights sul 60-66.
Mosley segna un tiro contestato da sotto, Toscano i liberi del 64-66, ma: "History repeating" e il semigancio di Jones da ancora a Verona il +4 che, con poco meno di un minuto alla fine, sembra una buona ipoteca sul finale.
Raivio infila il jumper del 66-68 e la tattica del fallo sistematico è d'obbligo per gli ultimi istanti di gara.
Greene fa 2/2, Legnano sbaglia il possesso successivo e sui liberi di Ikangi la gara si chiude sul 66-72

Legnano perde anche Gara2, dimostrando di poterla giocare sempre fino in fondo, ma peccando nei momenti clou, dove un possesso positivo avrebbe potuto ribaltare l'inerzia della gara e dare un punto nella serie ai Knights.
Gara3 a Verona è in programma sabato sera alle 20.45, per una Legnano che avrà l'ultima occasione per allungare la serie.
Playoff - Ottavi 3sab 05/05/2018 20:45Scaligera Verona - Legnano Basket Knights84-79
AGSM Forum - P.le Atleti Azzurri D'Italia, 1 - VERONA (VR)
Primo "elimination game" per Legnano che affronta, sotto 2-0, la Scaligera al AGSM Forum di Verona. Verona al completo, Knights che devono nuovamente fare a meno di Maiocco, in panchina ma a riposo dopo il colpo alla testa rimediato in Gara2.

I primi due punti del match sono di Amato e subito dopo arriva anche la prima bomba di Poletti. Per Legnano è Mosley a mettere a segno i primi due punti dalla lunetta e, subito dopo, raddoppia Pullazi. Dopo il fantastico alley-oop tra Mosley e Zanelli, La Tezenis piazza il primo parziale vero della gara con Jones e Greene per 16-6, costringendo la panchina di Legnano a chiamare il primo time out.
Due punti di Mosley e la bomba di Pullazi accorciano le distanze sul 16-11, poi Raivio ne mette 4 in fila e ora è coach Dalmonte a chiamare il minuto di sospensione. Ancora Raivio dall'area e l'alley-oop tra Mosley e Zanelli segnano il vantaggio della FCL. Con il gioco da tre punti di Zanelli, si chiude la prima frazione di gioco sul punteggio di 20-22 per Legnano.

Il primo punto del secondo quarto porta la firma di Raivio e, dopo i due punti di Greene e la bomba di Zanelli, anche Mosley va a segno dall'area sullo scadere per una gara divertente e senza troppe interruzioni. Dopo i quattro punti di Greene, per Legnano va a segno il neoentrato Berra dall'arco. Poi le bombe di Udom e Greene per la Tezenis, i punti di Toscano e Raivio e un altro splendido alley-oop tra Mosley e Zanelli, chiudono la prima metà di gara sul 34-37

Ad aprire le danze in questa seconda metà di gara sono Greene e Pullazi con due bombe per parte. Dopo i punti dall'area di Raivio e Pullazi, la panchina di Verona chiama il minuto di sospensione. Alla ripresa, però i Knights non si fermano, ed è Toscano a metterla dall'arco per sancire il primo vantaggio in doppia cifra della FCL sul 39-49. Alla tripla di Greene risponde Toscano con un'altra bomba. Legnano risponde colpo su colpo e, prima della terza sirena, ci sono altri due punti per Jones dalla lunetta e la risposta di Zanelli dall'area. Il quarto che si chiude sul 51-56 per la FCL dopo altri due punti messi a segno da Zanelli.

L'ultima frazione di gioco vede Udom realizzare due liberi dalla lunetta, ma risponde Raivio per la FCL. Con la bomba di Ikang, la Tezenis firma il definitivo sorpasso portandosi sul 59-58. Da qui i Knights saranno sempre vicini, ma mai più in grado di riprendere la testa della gara.
Dopo la bomba di Jones e i due punti di Poletti, coach Ferrari chiama il minuto di sospensione quando mancano 5 minuti alla fine della gara e siamo sul 64-60 per i padroni di casa. Zanelli mette la bomba e, successivamente, viene fischiato un antisportivo a Poletti; Raivio dalla lunetta realizza un tiro dei due concessi, ma la risposta da tre di Udom, indirizza il finale di gara
Zanelli segna ancora dall'area, ma rispondono subito con un 5-0 Poletti e Jones. Mosley e Zanelli muovono ancora la retina per la FCL, mentre Jones con il gioco da tre punti e la bomba, realizza sei punti pesanti per la Scaligera.
Dopo i liberi realizzati da Raivio, viene fischiato un fallo antisportivo a Toscano ai danni di Amato, che realizza entrambi i tiri dalla lunetta. Non basta la bomba di Pullazi negli ultimi secondi, perché la partita finisce con il punteggio di 84-79 per la Scaligera Verona.

Una serie che Verona ha meritato di vincere sulle tre gare, anche se lo scarto complessivo parla di 13 punti di differenza. Una serie quindi equilibrata, da cui Legnano esce a testa alta, con il solo rammarico di avere affrontato, per il secondo anno di fila, la parte più importante della stagione senza il roster completo. Una stagione comunque positiva per la società biancorossa, che si conferma ai vertici della A2.
A2 Prestagione
FaseDataPartitaRis.Cr.
Memorial Vaghi 1sab 02/09/2017 19:30LTC Sangiorgese - Legnano Basket Knights52-61
PalaBertelli - Via del Campaccio - SAN GIORGIO S/L (MI)
Classico derby altomilanese con in campo il Legnano Basket, ospite della Sangiorgese, organizzatrice del V Memorial Tarcisio Vaghi.
Squadre molto rinnovate e grande curiosità, cosa che porta al PalaBertelli quasi 700 tifosi pronti a vedere all'opera le due squadre
Come anteprima delle gara clou di giornata, le due partite ABA di cui potete trovare la cronaca sul sito www.ababasket.it

Il derby inizia con i primi punti di Pullazi e Toscano in maglia biancorossa, mentre per Sangiorgio è Falconi a sbloccare il punteggio dalla lunetta.
Tassinari e Scali portano Sangiorgio sul 5-4, con la gara che rimane in equilibrio con i canestri di Berra e di Antonietti
Rossi allunga per Sangiorgio sul 11-7, con la FCL in difficoltà a trovare fluidità in attacco.

Dushi riapre dalla lunetta il secondo quarto, così come Maiocco fa a campi inversi.
Tomasini prova a recitare le vesti dell'ex e il suo jumper vale il 14-10
Antonietti segna dall'angolo, mentre Maiocco arriva al capolinea, per una gara che si alza di ritmo anche se con poca precisione.
Gazineo risponde a Rossi, ma è l'alley-oop di Mosley a dare un primo sussulto ai Knights, anche se la tripla di Falconi riporta i padroni di casa sul 21-16
Il canestro di Pullazi da un'ulteriore spinta ai Knights, anche se poi Antonietti infila la tripla che rimette distanza tra le due squadre fino al 24-19 della fine del primo tempo.

Dopo l'intervallo Tassinari riapre con la tripla e Zanelli da sotto; Falconi e ancora Zanelli segnano da tre, con la FCL che si avvicina con il canestro di Mosley sul 30-26
Pullazi riduce ulteriormente al -2, poi Zanelli mette la tripla del +1 Legnano, vanificata da quella di Battilana del 33-31
I canestri sono merce rara e fino a quello di Tassinari si rimane per più di due minuti a bocca asciutta.
Mosley segna dalla lunetta, così come Tomasini per il 36-34; Scali segna un canestro difficile mentre Rovera ne mette due dalla lunetta, per un punteggio che al 30' recita 41-39 per i padroni di casa.

Battilana riapre l'ultimo periodo con un bel canestro in rovesciata, Tassinari con una tripla, mentre Legnano si sblocca dalla lunetta con Tomasini, ma i i Knights sembrano molto appesantiti e poco brillanti.
Zanelli la mette da molto lontano, poi Maiocco appoggia al vetro ed infine Raivio completa il parziale di 0-8 che riporta avanti i Knights sul 46-48
Tassinari va in lunetta per il pareggio, ma ancora Maiocco da tre manda il tabelllone sul 48-51, prima che Raivio arrivi al capolinea e Antonietti segni dalla media
La transizione di Tomasini vale il 50-55, poi Raivio e Pullazi e Pullazi allungano fino al 59-52 preludio del 61-52 finale

Una prima uscita non brillantissima per i Knights ancora appesantiti dalla preparazione fisica e alla ricerca della chimica di squadra a cui manca anche l'apporto di Martini, out fino a mercoledì.
Riposo domenica e nuova settimana di allenamenti da lunedì, fino al Trofeo Lombardia di fine settimana.
Trofeo Lombardia 1ven 08/09/2017 21:30Legnano Basket Knights - UCC Assigeco Piacenza72-64
PalaDesio - Largo Atleti Azzurri D'Italia - DESIO (MB)
Secondo impegno ufficiale della stagione per i Knights, che giocano la seconda semifinale del Trofeo Lombardia contro l’Assigeco Piacenza, mentre nella prima semifinale Orzinuovi vince 77-76 contro Treviglio.
Legnano che si presenta senza Martini e Toscano affaticati dall’intensa settimana di allenamento, ma che vuole aumentare l’amalgama in campo dopo il primo test contro Sangiorgio.

La partita inizia subito con gioco da tre punti di Pullazi, un jumper di Arledge e una bomba di Zanelli che danno ritmo ad una partita già di buona intensità.
Piacenza ci prova con Reati, ma i buoni spunti di Mosley e una seconda bomba di Zanelli, mandano il tabellone sul 13-7 a metà del primo quarto, cosa che spinge Zanchi al timeout.
Nella seconda parte del quarto, Legnano amministra con Ferrari che fa toccare il campo a 9 giocatori per averli sempre pronti anche nel resto della partita.
Dopo 10’ il punteggio è 22-16 per Legnano.

Il secondo periodo parte a rilento con le squadre che non trovano percentuale, ma quando Formenti ingrana, ne mette 6 di fila per il 22-22 che costringe Ferrari al timeout.
Da lì i Knights infilano 3 triple con Tomasini, Zanelli e Raivio e, con altri 3 liberi di Zanelli, la FCL va sul 34-26.
Arledge risponde a Legnano, dopo una fuga in contropiede di Tomasini, ma un tecnico proprio fischiato a lui, permette ai Knights un nuovo allungo sul 37-30.
Arledge è però con Guyton, l’unico giocatore a mettere punti a canestro come il gioco da 3 del 37-33.
Il quarto si chiude poi con la tripla di Raivio, i liberi di Reati e Infante per il 40-37 a metà gara.

Pullazi e Reati partono con le marce alte e il punteggio arriva in fretta sul 46-48 con Reati a firmare il sorpasso con un gioco da tre punti.
Raivio pareggia con il jumper dall’angolo, poi Pullazi rimette la freccia con la tripla del 51-48, e Raivio raddoppia con il tiro del 54-48.
Fontecchio segna da due, tuttavia i liberi di Tomasini mantengono le distanze fino al 57-52 firmato da una correzione volante di Mosley sulla sirena del 30’.

Zanelli segna subito dalla lunetta, e le due squadre spendono qualche fallo banale, più per stanchezza che per pigrizia, con la gara che si porta sul 67-52 grazie alla tripla di Rivio, la schiacciata di Mosley e la tripla di Zanelli che completa un parziale di 10-0, motivo del timeout di Zanchi.
Dopo la sospensione, Guyton segna da tre, Arledge da sotto, ma un gioco da tre punti di Raivio rimette le distanze che sono quasi sempre in doppia cifra a favore della FCL.
Con 3 minuti sul tabellone, Zanelli mette i liberi del +11, e virtualmente chiude la partita che poi finisce sul 72-64

Buona gara dei Knights che iniziano a prendere forma nelle idee e nell’identità difensiva, vera chiave del successo biancorosso.
Alla terza partecipazione al Trofeo Lombardia, Legnano coglie la finale che si giocherà domenica con Orzinuovi, allenata dall’ex coach dei Knights Alessandro Crotti
Trofeo Lombardia 1dom 10/09/2017 17:00Legnano Basket Knights - Pall. Orzinuovi0-20
PalaDesio - Largo Atleti Azzurri D'Italia - DESIO (MB)
La finale non è stata disputata per delle infiltrazioni di pioggia dal soffitto che hanno reso impraticabile il campo di gioco
Amichevole 1gio 14/09/2017 17:30Legnano Basket Knights - Scaligera Verona77-73
Knights Palace - Via Parma, 77 - LEGNANO (MI)
I Knights tornano in campo al Palace per un’amichevole ufficiale contro Verona dell’ex Palermo, dopo l’annullamento della finale del Trofeo Lombardia, con la voglia di mettersi alla prova contro una valida avversaria del girone Est.
La curiosità di rivedere all'opera i biancorossi porta sugli spalti del Knights Palace oltre 300 spettatori, pronti per una nuova esaltante stagione

I primi a mettere punti sul tabellone sono gli scaligeri con la tripla di Jones, pareggiata da quella di Zanelli. Legnano mette la prima freccia con la schiacciata di Mosley e la tripla di Zanelli per una gara che ha ritmi piacevoli e buona fluidità offensiva.
Il 8-5 lo fissa ancora Jones, mentre Legnano trova punti anche da Pullazi, coinvolgendo sempre tutti i giocatori; Maganza segna dalla media il 10-7, ma i liberi di Zanelli tengono Legnano avanti di 6 punti sul 13-7
Con la prima girandola di cambi l’intensità non diminuisce per nessuna delle due squadre e i con i liberi di Mosley e Tomasini la FCL tiene le distanze dai centri di Palermo, fino al 21-14, siglato dalla tripla finale di Maiocco.

I coach decidono di riazzerare tutti i quarti, quindi si riparte dallo 0-0 che viene sbloccato dalla bomba di Berra.
Maiocco raddoppia e Gazineo mette il jumper del 8-5, con Greene ad essere l’unico a mettere punti al tabellone per i gialloblu.
Zanelli infila il 11-5, ma Dieng arriva a siglare il pareggio sul 11-11, sparigliato dopo un possesso dal jumper di Tomasini.
Udom pareggia con i liberi, ma ancora Tomasini va a segno da 3 per il 16-13, con il quarto che si chiude piacevolmente con diversi canestri per parte tra cui il jumper di Raivio e il canestro di Jones per il 26-25 che, sommato, diventa 47-39 per Legnano.

Senza l’intervallo lungo, le due squadre si ripresentano in campo per iniziare subito il terzo parziale che viaggia sul filo dell’equilibrio per tutti e 10’ i minuti di gioco che infatti finiscono 17-17 (64-56)
Verona poggia molto del suo attacco su Greene e Udom che firmano in coppia 8 punti per i veronesi, mentre Legnano cerca più di coinvolgere tutti i giocatori, anche se Pullazi ne mette a segno 8 tutti da solo, con Mattia Ferrari intento a dare minuti ai 12 in panchina.
I punti individuali ne sono un segno evidente con 2 punti nel quarto per Tomasini, Zanelli, Raivio e Mosley e il canestro a fil di sirena di Biraghi che chiude il parziale.

Mosley riapre l’ultimo periodo con l’alley-oop, mentre Dieng si mette in moto con il jumper dall’angolo.
Jones mette i liberi del momentaneo sorpasso veronese, ma Raivio fa lo stesso a campi invertiti con le squadre che aumentano gli errori e diminuiscono il ritmo, sintomo dell’affiorare della stanchezza, abbastanza normale in questa fase della stagione.
Nwohuocha schiaccia il 8-4, ma Raivio accorcia da sotto con il quarto che procede nel punteggio in maniera più lenta dei precedenti.
Pullazi mette i liberi del 8-10, poi Jones segna in contropiede così come Udom per il punteggio che va sul 8-14.
Zanelli infila la tripla, poi una serie di liberi chiude il quarto sul 13-17 per un complessivo di 77-73 in favore dei Knights.

Una buona amichevole per entrambe le squadre, anche se le defezioni (Martini per Legnano e Amato e Totè per Verona) e la forma di questo periodo dell’anno, non permettono dei giudizi definitivi.
Per Legnano una buona gara che permette ai Knights un nuovo e soddisfacente passo in avanti sulla via del miglioramento del gioco di squadra, così come per Verona, dopo aver cambiato in estate grande parte della squadra.
Amichevole 1sab 16/09/2017 19:00Sam Massagno - Legnano Basket Knights84-74
Palapenz - Via Passeggiata, 6828 Balerna - CHIASSO (CH)
Knights ancora in campo nell’amichevole oltre confine, contro il Sam Massagno al Palapenz di Chiasso.
Biancorossi ancora senza Martini, che potrebbe rientrare per il trofeo Morelli, ma forti di prestazioni in crescente miglioramento, cosa che fa affrontare questa gara con fiducia.

La partita inizia con la tripla di Pullazi, e l’appoggio di Jankovic, per una gara di buon ritmo, ma non molto precisa nelle esecuzioni.
Mosley segna con quella che nel tennis si potrebbe definire “Veronica”, poi serve un assist al bacio per il taglio di Pullazi e Legnano va sul 2-7.
Massagno si rimette in corsa con il “gancione” di Jankovic, ma la tripla di Raivio costringe Gubitosa al timeout con il punteggio sul 4-10.
La Sam rimane aggrappata a Jankovic che segna ancora dalla lunetta, ma anche a Aw è intraprendente da sotto, così da ridurre lo svantaggio fino al 10-11.
Il pareggio arriva dal libero di Magnani dopo antisportivo di Zanelli, e Aw mette il sorpasso da sotto; capitan Maiocco segna la tripla del 13-14 che riporta avanti la FCL, che non è brillante come giovedì sera.
Robertson e Aw mandano la Sam a +3, con il parziale che si chiude con le due triple, una per parte, di Zanelli e Huttenmoser del 20-17 al 10’.

Maiocco riapre la gara con la tripla del pareggio, ma la Sam piazza un buon parziale con i liberi di Jankovic, la tripla di Houttermoser e il contropiede di Martino, che porta il tabellone sul 26-20.
Berra infila il -3, ma Jankovic è dominante vicino a canestro e recupera ancora i liberi del 27-23.
Maiocco da sotto e Zanelli da lontano muovono la retina, ma Houttenmoser e Jankovic riportano Massagno avanti di 5 sul 33-28.
Moore si fa notare con il jumper, poi Bracelli e Raivio da sotto, con Pullazi a mettere la tripla del 38-33.
Moore è ancora implacabile da sotto, Robertson aggiunge l’appoggio e, anche se i punti di Toscano da sotto danno animo ai Knights, i liberi di Magnani mandano gli svizzeri avanti per 45-37, che sarà anche il finale del primo tempo.

Dopo l’intervallo, più breve come consuetudine delle amichevoli, i Knights ripartono con il canestro di Raivio e con la sua tripla del 48-42.
Pullazi segna da fuori, poi Toscano mette il tapin da sotto per la FCL che si riavvicina sul 50-47; Moore ricaccia indietro i Knights due volte, con i liberi e la schiacciata in contropiede, ma la tripla di Zanelli mette in fiducia Legnano che arriva due volte al -2 anche con i liberi di Raivio.
Legnano ritorna in vantaggio sul 54-55 con la tripla di Raivio, e anche se Robertson ne mette due spettacolari in penetrazione, il libero di Raivio tiene la gara in pareggio.
I liberi di Tomasini, i punti di Robertson, la tripla di Raivio, e ancora Tomasini dalla lunetta chiudono il quarto con il tabellone che al 30’ è sul 59-63.

Moore segna in contropiede all’inizio dell’ultimo periodo, Houttenmoser dal gomito e Mosley in schiacciata danno ulteriore spinta ad un periodo che inizia ad alto ritmo.
Martino riporta la Sam avanti dalla lunetta per 67-65, ma ci pensa subito Raivio al pareggio; Martino e Houttenmoser da fuori mandano Massagno sul 73-67, ma ancora Raivio accorcia con il jumper dall’angolo per una gara che sembra doversi decidere solo all’ultimo.
La tripla di Moore e il canestro di Bracelli, anticipano però i titoli di coda con Massagno al +10 sul 79-69 quando mancano 3 minuti alla fine della gara.
Pullazi ci prova con la tripla e Mosley con l’appoggio ma l’ennesimo miracolo di Martino da 3 da, di fatto, la vittoria a Massagno con il match che si chiuderà sul 84-74

Knights abbastanza stanchi dopo l’amichevole di giovedì e il duro allenamento di venerdì, e per questo un po’ sulle gambe nei momenti critici della gara.
Una gara che, a tratti, ha messo i Knights al controllo delle operazioni, ma che poi ha premiato una volitiva Sam che, oltre all’agonismo, ha mostrato anche un buon tasso tecnico con i suoi uomini di punta.
Prossimo appuntamento per i biancorossi, il torneo casalingo Memorial Morelli, in programma settimana prossima.
IX Morelli 1ven 22/09/2017 21:00Legnano Basket Knights - Basket Lecco79-59
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Seconda semifinale del Morelli che vede in campo la FCL contro il Basket Lecco dell'ex Quartieri.
Squadre incomplete con Tomasini out per i Knights e Cacace per per i lacustri, anche se i biancorossi gioiscono per il ritorno campo di Martini dopo il periodo di preparazione differenziata durante l'estate.

Lecco parte forte con il 2-6 che porta Ferrari a chiamare subito il timeout. Al rientro una grande schiacciata di Mosley suona la carica per i Knights che, però non riesco a trovare fluidità nel loro attacco. Gli attacchi sono un pò latitanti e, a metà del primo parziale, il punteggio di 6-6 non è esaltante. Ci pensano Raivio e Mosley a muovere il punteggio con una tripla e una schiacciata in alley-oop rovesciato, ma Quartieri trascina i suoi sul 17-16 dei primi 10'.

Legnano all'inizio del secondo periodo, si scrolla di dosso un po' di tensione e il canestro di Mosley, i liberi di Toscano e la tripla di Zanelli, regalano il primo strappo vero della gara ai Knights sul 24 a 16. Dopo il timeout di Meneguzzo, Pullazi si mette in proprio per firmare 7 punti del nuovo parziale biancorosso del 35 a 16
Calò spezza il digiuno lecchese con il libero e con la tripla di Fabi, il punteggio arriva sul 37-22
Il quarto finisce con un canestro di furbizia di Toscano per il 46-24 dell'intervallo.

La FCL parte forte anche nel terzo quarto con un tiro da tre punti di Zanelli e due schiacciate di Mosley. Arrivano i primi due punti anche per Lecco realizzati da Quartieri, che però valgono solo il 57 a 32 a metà del terzo periodo. Quartieri però non si ferma più e nel solo tiro tempo, realizza 14 punti, anche se i Knights giocano un'ottima circolazione di palla a metà campo che vale il +18 al 30' sul 63 a 45.

Quarto quarto abbastanza accademico, con Maiocco a segnare la tripla iniziale, poi Martini e Toscano allungano ancora sul 69-50 per Legnano, dopo i tentativi di rimonta di Fabi e Quartieri. La tripla di Toscano quando mancano 4 minuti alla fine del match, manda i titoli di coda anticipati con il tabellone che segna il 74-53 per i Knights
Ultimi minuti con in campo tutti giovani di entrambe le formazioni e gara che si conclude con Legnano sul +20 del 79-59

Dopo una partenza "diesel", i Knights hanno fatto valere la categoria di differenza, mostrando una buona intesa e giocate pregevoli per qualità e pazienza. Quartieri si è dimostrato leader per una giovane Lecco che, comunque, ha battagliato senza mai tirarsi indietro per tutti e 40' i minuti della gara.
Finale per i Knights contro Bergamo sabato alle 21.00
IX Morelli 1sab 23/09/2017 21:00Legnano Basket Knights - Bergamo BK 201467-55
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Finalissima del IX Memorial Morelli - Slottery Cup, tra Legnano e Bergamo, neo promossa in A2 che schiera anche l'ex Giovanni Fattori.
Legnano ancora senza Tomasini e con alcuni giocatori non ancora al 100% della forma, mentre Bergamo ha tutti i suoi effettivi a referto.

La partita inizia con l'appoggio di Pullazi e la tripla di Ferri, per una gara a ritmi compassati fin dall'inizio. Il primo quarto è piuttosto in equilibrio con Sergio e Raivio a scambiarsi delle triple. Ancora Sergio e Sanna tentano l'allungo sul 8-10, prima che Zanelli infili la tripla del momentaneo vantaggio legnanese, pareggiato poi dal centro di Ferri per il 12-12 a pochi minuti dalla fine del primo periodo.
Legnano va ancora a segno con Raivio e Toscano per un primo quarto che si chiude sul 15-14

Solano apre la seconda frazione con i punti del sorpasso, ma un volitivo Toscano riporta i Knights avanti. L'alternanza di leadership nel risultato viene spezzata dalla tripla di Toscano, per la FCL che va sul 22-19.
Il tecnico fischiato alla panchina di Bergamo, lascia ai Knights ancora la possibilità di mantenere un possesso pieno di vantaggio sul 26-23. Raivio e Gazineo vanno a segno dalla media distanza e, anche se Mascherpa segna la tripla per Bergamo, i Knights conducono per 32-27, non dissimile dal 34-29 dell'intervallo con i punti finali di Raivio per Legnano e di Ferri dai liberi per Bergamo.

Toscano e Bergstedt si scambiano due canestri, Zanelli infila la tripla del 39-33 e anche Mosley e Raivio ci mettono del loro, realizzando due punti che incrementano il distacco dei Knights sul 43-33. Sanna ci prova con la bomba, ma Ciocca è costretto al timeout dopo una super schiacciata di Mosley che carica i Knights e il pubblico legnanese. Sergio la mette da 3, Zanelli segna dalla linea del libero e il terzo quarto finisce 54-50 per i Knights.

Ultimo quarto che inizia subito con una schiacciata di Mosley su assist di Zanelli e con il jumper di Bergstedt, per una gara che procede a ritmi abbastanza lenti e spezzettati dai numerosi fischi degli arbitri.
Legnano va sul 61-54 grazie ad una tripla di Toscano e con il fallo antisportivo fischiato ai danni di Roveda (che realizza poi due coppie di tiri liberi), il parziale diventa di 67-54. Solano recupera un fallo ma il suo 1/2 dalla lunetta non permette a Bergamo di riavvicinarsi, lasciando ai Knights la vittoria e il primo posto nel torneo.

Buona e ordinata gara dei Knights che non hanno mai dato l'impressione di subire i molteplici ritorni di una Bergamo sempre pronta a rispondere agli allunghi biancorossi e mai fuori gara.
Un Raivio (MVP del torneo) vicino alla tripla doppia (19 punti, 10 rimbalzi e 5 assist), è stato il Knight più appariscente per il tabellino, anche se tutti i biancorossi hanno dato un'ottimo apporto per la vittoria.
BCC CUP 1gio 22/02/2018 20:30Legnano Basket Knights - OJM Pall. Varese79-86
PalaBorsani - Via per Legnano, 3 - CASTELLANZA (VA)
Seconda edizione della BCC CUP con in campo il Legnano Basket e la Pallacanestro Varese, impegnate insieme per la raccolta fondi per la onlus “Il Volo del Gabbiano”.
Varese senza Avramovic (nazionale) e Ferrero (infortunio), mentre per i Knights tutti presenti, anche se non al 100%.

La gara inizia con il canestro di Maiocco e i liberi di Larson, ma il punteggio latita per diversi minuti fino al centro di Cain del 2-4.
Maiocco segna da 3 per il primo vantaggio Legnano, anche se Okoye delizia il pubblico con una super schiacciata a difesa schierata.
Martini arriva al capolinea e la partita rimane in bilico anche dopo i canestri di Vene e Raivio.
La conclusione del quarto è però per Varese con i liberi di Okoye e la sua tripla, intervallata da quella di Toscano per il 12-15 dopo i primi 10’.

Il secondo parziale si apre con i liberi di Larson e l’appoggio di Cain del 12-18, poi Vene e Natali allargano il gap fino al 12-23, con i Knights che faticano a trovare il canestro, anche se costruiscono discretamente i propri tiri.
Dopo il timeout di Ferrari, Tomasini si guadagna i liberi che sbloccano la FCL e la riportano a 10 punti di svantaggio sul 13-23.
Vene e Pullazi segnano entrambi in fade-away, poi Pullazi mette il turbo con la tripla del 18-27 e Legnano prende un po’ di coraggio.
Il tiro pesante di Zanelli porta il punteggio sul 23-31, e con il jumper di Raivio, Caja chiama il timeout sul 25-31.
Lo sprint finale premia poi Varese che chiude il primo tempo sul 36-45.

Il rientro in campo dopo la pausa lunga vede subito i canestri di Tomasini e Biraghi con Legnano che si avvicina sul 41-47.
Caja chiama timeout e al rientro Varese segna con la tripla di Natali, ma il gioco da tre punti di Pullazi tiene i Knights a contatto sul 44-50.
Zanelli e Tambone si scambiano due triple, poi Raivio infila un canestro dall’area, e Natali da tre, prima della chiusura affidata ad un super canestro di Mosley ed ai liberi di Martini e di Tambone del 53-65.

Ultima frazione che si apre con la tripla di Zanelli, quella di Okoye e quella di Pullazi che fanno lievitare il punteggio fino al 59-68 quando mancano 8’ alla fine della partita.
Okoye schiaccia in contropiede, Tomasini appoggia da sotto dopo la finta e sulla doppia tripla di Pullazi, Legnano si porta sul 66-75.
Raivio segna da sotto, ma la risposta di Varese arriva con 4 punti in fila di Cain, che riportano la Openjob Metis sul +11.
Toscano scivola sul fondo per il 70-79, ma poi Varese riallunga con Okoye e Tambone, rintuzzato dai canestri finali di Roveda e Toscano, che mettono insieme il 4-0, con la gara che finisce sul 79-86

Una partita divertente e veloce, con il bersaglio della solidarietà centrato in pieno. Infatti oltre al risultato in favore di Varese, il dato più importante sono i 4000€ incassati per la partita che la banca BCC raddoppierà a 8.000€, che saranno devoluti alla Cooperativa “Il Volo del Gabbiano” Onlus.
Una bella serata di sport, pallacanestro e beneficenza, che le parti coinvolte hanno già confermato di voler ripetere anche nella prossima stagione.
-
ROSTER
Num.Nome
5Tomasini Simone
6Zanelli Alessandro
7Roveda Edoardo
8Civaschi Alessandro
9Maiocco Federico
13Martini Matteo
15Gazineo Luca
16Biraghi Francesco
17Toscano Daniele
18Berra Gabriele
20Gastoldi Francesco
21Tosi Paolo
30Raivio Nikolas Thomas
33Secco Filippo
34Panizza Giorgio
42Mosley William Ralph Jr.
55Pullazi Rei
Allenatore: Ferrari Mattia
Assistente: Giglietti Davide
Assistente: Mazzetti Alberto
Assistente: Saini Silvio
Team Manager: Prandi Lorenzo
Medico: Valli Federico
Massaggiatore: Fedeli Elena
Massaggiatore: Mantoan Pietro
Preparatore Atletico: Marelli Alessandro
5Tomasini Simone
6Zanelli Alessandro
7Roveda Edoardo
8Civaschi Alessandro
9Maiocco Federico
13Martini Matteo
15Gazineo Luca
16Biraghi Francesco
17Toscano Daniele
18Berra Gabriele
20Gastoldi Francesco
21Tosi Paolo
30Raivio Nikolas Thomas
33Secco Filippo
34Panizza Giorgio
42Mosley William Ralph Jr.
55Pullazi Rei
Allenatore: Ferrari Mattia
Assistente: Giglietti Davide
Assistente: Mazzetti Alberto
Assistente: Saini Silvio
CLASSIFICA
#SquadraPuPCTG
1Junior Casale Monferrato440.73330
2Basket Scafati400.66630
3Legnano Basket Knights360.60030
4Viola Reggio Calabria360.60030
5Pall. Biella360.60030
6Tortona Basket340.56630
7Pall. Trapani300.50030
8Fortitudo Agrigento300.50030
9Treviglio300.50030
10Latina Basket280.46630
11NPC Rieti280.46630
12Mens Sana Siena280.46630
13Dinamo Academy Cagliari280.46630
14Eurobasket Roma240.40030
15Virtus Roma220.36630
16Cuore Basket Napoli60.10030
-
CLASSIFICA
#SquadraPuPCTG
-
CLASSIFICA
#SquadraPuPCTG
-
CLASSIFICA
#SquadraPuPCTG
-
CLASSIFICA
#SquadraPuPCTG
-
CLASSIFICA
#SquadraPuPCTG
-
CLASSIFICA
#SquadraPuPCTG
-
CLASSIFICA
#SquadraPuPCTG
-
Copyright 2012 - Legnano Basket